FILM STASERA IN TV: classifica dal 20° all’11° posto (sabato 23 ottobre)

Segnalazione e classifica dei film più interessanti della sera e della notte tv, dall’analogico al satellitare al digitale terrestre. La scelta è del tutto personale. Il numero dei titoli  può variare a seconda della quantità e della qualità dell’offerta televisiva del giorno: stavolta i film sono 20. In questo post, quelli dal ventesimo all’undicesimo posto.  Nel successivo, i titoli dal decimo al primo posto. Chi volesse avere la programmazione completa delle varie reti consulti Film.tv.it. Si prendono in considerazioni solo i film che incominciano tra le 21.00 e la 1.00.

2
0) Missouri, Sky Cinema Classics, h. 22,40. Western firmato Arthur Penn con due mostri a confronto, Marlon Brando e Jack Nicholson. Molto anni Settanta. Datato, con quella pretesa di allora di demitizzare-decostruire il western e di riportarlo al realismo e alla crudezza della Storia. Missouri non fu il successo sperato, però il duello Brando-Nicholson è tutto da vedere (vince Brando). (informazioni sul film)
19) The Uninvited, Sky Cinema Max, h. 21,00. Remake americano del 2009 di un horror coreano ormai classico, Two Sisters. Due sorelle, la mamma morta, il papà che si fidanza proprio con l’infermiera che aveva in cura la mamma. Ci sono tutti gli ingredienti perché si scateni uno psico-thriller in famiglia. E infatti. (informazioni sul film)
18) Lo spazio bianco, Studio Universal, h. 21,00. Una bambina nasce prematura, ce le farà a vivere? Lo spazio bianco è quello dell’attesa in cui precipita la madre, una Margherita Buy che domina il film da mattatrice. Tratto dal bestseller di Valeria Parrella, diretto da Francesca Comencini. Buon successo al femminile della stagione scorsa. (informazioni sul film)
17) Alta tensione, Fantasy Channel, h. 22,00. E sordio del 2003 di uno dei migliori talenti del cinema horror oggi in circolazione, il francese Alexandre Aja. Che sulla scia (anche) di questo successo sarebbe poi stato chiamato a Hollywood per il remake di Le colline hanno gli occhi e il recente Piranha 3D. Per cultori, e non solo. (informazioni sul film)
16) La rivale, La 5, h. 21,10. Raro, dunque imperdibile per i cultori, mélo anni Cinquanta di Anton Giulio Majano, colui che di lì a poco sarebbe diventato il re dello sceneggiato televisivo con la lacrima (La cittadella, La freccia nera, Anche le stelle stanno a guardare). Volti e nomi del cinema e dei fotoromanzi di allora: Roberto Risso, un ancor giovane Gastone Moschin, soprattutto la bellissima ed elegante Anna Maria Ferrero. Che qui è la donna amata da un emigrato tornato a casa dopo anni. Ma la ex di lui si vendicherà. Uno di quei drammi popolari del tempo che avevano in Matarazzo il loro autore di riferimento e che venivano esportati a uso delle platee di tutto il mondo, dall’Argentina all’Egitto alla Turchia. (informazioni sul film)
15) La terrazza sul lago, Sky Cinema Hits, h. 21,15. Di un regista dalla crudeltà sottile come Neil LaBute, uno dei film più sottovalutati degli ultimi anni. Uno wasp sposa una ragazza di colore e va a vivere in un quartiere residenziale a maggioranza afroamericana. L’autonominatosi boss del quartiere (un inquietante Samuel L. Jackson) lo prende di mira, lo minaccia: non vuole bianchi nella sua zona. Razzismo rovesciato. Film anomalo, interessante, da vedere. (informazioni sul film)
14) La patata bollente, Sky Cinema Italia, h. 22,45. Archeologia del cinema italiano di tematica (come si diceva allora) omosessuale. Anno Domini 1979. Dopo l’enorme successo del francese Il vizietto si tenta una strada analoga anche da noi, con questo film con la regia di Steno e con protagonista un Renato Pozzetto metalmeccanico che si prende una sbandata per Massimo Ranieri. Edwige Fenech è la ex tradita. Già molto politically correct e pieno di buone intenzione. Il progetto è quello di veicolare attraverso i toni della commediaccia all’italiana anni ’70 un tema allora confinato nello stretto dibattito politico, e soprattutto di distruggere il luogo comune dell’omosessualità esclusivo vizio borghese presentandola e sdoganandola anche come pratica proletaria e popolare. Un film didattico e politico, a suo modo brechtiano. Da rivedere e magari studiare. (informazioni sul film)
13) Pane, amore e…, Rai Movie, h 0,55. Terzo film della serie. Stavolta Dino Risi prende il posto alla regia di Luigi Comencini, e Sofia Loren quello di Gina Lollobrigida. Il maresciallo Vittorio De Sica torna nella natia Sorrento, conteso tra Lea Padovani e la Loren, e sorvegliato dalla governante Tina Pica. Film meraviglioso e cast formidabile in stato di grazia, a partire da un De Sica commediante sublime, di un garbo e di una leggerezza come non ritroveremo mai più nel nostro cinema. Una cartolina, certo, ma incantevole. Un’Italia Felix che non c’è più e forse non c’è stata mai se non al cinema. Io lo trovo il migliore di tutta la serie e non mi stanco mai di rivederne qualche scena. (informazioni sul film)
12) Misery non deve morire, Sky Cinema Hits, h.0,55. Una delle migliori trasposizioni cinematografiche di un romanzo di Stephen King. Un horror psicologico su uno scrittore (James Caan) che decide di far morire un suo popolare personaggio. Male. Verrà preso in ostaggio da una fanatica lettrice, una grandissima Kathy Bates giustamente premiata con l’Oscar, che lo torturerà per fargli cambiare idea e riportare in vita l’adorata Misery. Una lezione non saccente e assai avvincente sui travasi tra realtà e finzione e sulla potenza dell’immaginario. (informazioni sul film)
11) Cado dalle nubi, Lei, h. 21,oo. Molto ben riuscito esordio su grande schermo di Checco Zalone, che si costruisce addosso, senza troppo narcisismi per fortuna, il personaggio perfetto di un ragazzo del Sud che approda nella Milano dell’immagine e dei media per sfondare in un talent show. Insperati incassi al botteghino. Il duello-confronto tra Nord e Sud paga sempre bene, come dimostra anche l’attuale, incontenibile successo di Benvenuti al Sud. (informazioni sul film)





Questa voce è stata pubblicata in cinema, film stasera in tv, stasera in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi