Film da non perdere stasera sulle tv gratuite: GOTT MIT UNS di Giuliano Montaldo (lunedì 7 novembre 2011)

Gott Mit Uns di Giuliano Montaldo, Iris, ore 2,50.
Va in onda in piena notte il terzo e ultimo film dello speciale dedicato da Iris al regista Giuliano Montaldo, preceduto alle alle 23 da Gli intoccabili (leggi recensione di questo blog) e alle 0,53 da Gli occhiali d’oro (recensione di questo blog). Gott mit Uns è tra tutti il meno visto, il più dimenticato e anche rimosso. Eppure è quello in cui Montaldo riesce al meglio a traghettare il cinema engagé all’italiana, di impegno civile e morale, all’interno dei recinti del cinema di genere. Il film è un bellico, ma uno strano bellico pacifista insolito nel panorama del cinema di casa nostra e apparentabile semmai a classici come All’Ovest niente di nuovo e Orizzonti di gloria di Kubrick.
Ultimi giorni di guerra. In Olanda due soldati tedeschi, convinti dell’imminente crollo del nazismo e del Reich, decidono di disertare e tornarsene in patria. Verranno intercettati dagli alleati e rinchiusi in un campo di prigionia canadese insieme ad altri tedeschi. Ed è qui che succede l’imprevedibile. I prigionieri tedeschi sotto la guida di un fanatico ufficiale si ritengono ancora belligeranti, dunque i due vengono considerati disertori a tutti gli effetti, processati da una corte marziale interna e condannati a morte. Niente, neppure la fine della guerra nel frattempo intervenuta, impedirà l’esecuzione della sentenza. E gli alleati, padroni del campo, preferiranno non immischiarsi e lasciar fare. Film predicatorio, con messaggio e tesi incorporati e precostituiti. Film di denuncia, come si diceva allora, e il bersaglio stavolta è l’insensatezza delle regole che governano la vita militare. Ma Montaldo è innanzitutto un vero narratore e uomo di spettacolo, e costruisce un racconto solido che coinvolge e non annoia. Gott mit uns è un film potente, virile, per nulla sentimentalmente, mollemente all’italiana, che testimonia anche una stagione felice del nostro cinema, quando i temi alti si accompagnavano a una confezione artigianalmente impeccabile del prodotto, e la gente correva al cinema. Bel cast, con Franco Nero (uno dei disertori), Richard Johnson, Larry Aubrey e Bud Spencer. Ma Gott mit uns è anche uno dei film a tema nazista che tra anni Sessanta e Settanta attraversarono, non senza ambiguità, il nostro cinema, da La caduta degli dei a Il portiere di notte a Salon Kitty.

Questa voce è stata pubblicata in film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.