Film imperdibili stasera sulle tv gratuite: BUONGIORNO, NOTTE di Marco Bellocchio (venerdì 11 maggio 2012)

Buongiorno, notte, Rai Storia, ore 21,00.

Roberto Herlitzka è Aldo Moro

Proprio oggi che in Italia si è tornato a gambizzare (vedi notizia su Corriere.it), va in onda su RaiStoria – fatale coincidenza – il film di Marco Bellocchio che si confronta con il più clamoroso atto terroristico firmato Brigate Rosse della nostra storia, il rapimento di Aldo Moro. Forse il maggior successo comerciale del regista piacentino, e uno strano oggetto cinematografico che rifugge da ogni canone e genere. Soprattutto, Buongiono, notte (2003) non si apparenta per niente alla meticolosità realistica del cinema civile, o se volete cinema politico, come si è configurato nella produzione italiana fin dai tempi del Salvatore Giuliano di Francesco Rosi. Rifacendosi a Il prigioniero – il libro scritto da Paola Tavella con Anna Laura Braghetti, una delle brigatiste-carceriere di Moro – il film ricostruisce sì la lunga detenzione in via Gradoli del leader democristiano, ma si astiene dai Grandi Discorsi politici per calarsi nella quotidianità dell’evento e dei suoi protagonisti, del rapito e dei rapitori. Gli estenuanti interrogatori, ma anche le faccende quotidiane da sbrigare, la spesa, la cucina. Lo sguardo è sulle persone, i corpi, le menti, le dinamiche tra loro, le rifrazioni. Il tono narrativo è dimesso, depotenziato, anti-epico. Con perfino slittamenti nel surreale e nell’onirico. Un esperimento molto interessante, che purtroppo non farà scuola. Anche film recenti come Romanzo di una strage e Diaz sembrano più riallacciarsi al nostro tradizionale cinema di denuncia che a questo Buongiorno, notte. Roberto Herlitzka è un memorabile Moro.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.