‘La grande bellezza’: nominato all’Oscar migliore film straniero. Ecco i suoi rivali, le sue chance

'La grande bellezza'. Anzi: 'The Great Beauty'

‘La grande bellezza’. Anzi: ‘The Great Beauty’

Appena annunciate, ecco le cinque nomination all’Oscar 2014 come migliore flm in lingua straniera (se cliccate i link, potrete leggere le recensioni di questo blog).
Come ci si aspettava c’è La grande bellezza di Paolo Sorrentino (fresco vincitore del Golden Globe nella stessa categoria)

Le altre quattro nomination:
The Broken Circle Breakdown di Alex Von Groningen – Belgio
Il sospetto (The Hunt) di Thomas Winterberg – Danimarca
L’immagine mancante (The Missing Picture) di Rithy Panh – Cambogia
Omar di Hany Abu-Assad – Palestina

Le chance di Sorrentino:
incrociamo le dita e tocchiamo il toccabile, ma La grande bellezza direi che è messo proprio bene.

I due concorrenti più insidiosi per Sorrentino:
Di sicuro Il sospetto (The Hunt), che in America ha funzionato in sala e con i critici. Anche il film belga potrebbe trovare i suoi estimatori presso l’Academy: The Broken Circle Breakdown è stato lanciato alla Berlinale ed è piaciuto immensamente al pubblico, che l’ha votato come migliore film della sezione Panorama. Ha poi vinto anche il premio Lux del Parlamento europeo. Insomma un film che è piaciuto e piace molto, e potrebbe essere assai gradito ai votanti.

Gli altri:
Attenzione, come non smettono di ricordare gli Oscar watchers, quella del migliore film straniero è la categoria più imprevedibile di tutte, quella in cui ci può essere sempre la sorpresa spiazzante. Certo, dalla sua La grande bellezza ha il vantaggio di essere uscito nei cinema americani e quindi di essere ben conosciuto dai giurati, cosa che non si può dire degli altri candidati, a parte il danese Il sospetto. L’immagine mancante, che non spunta fuori dal nulla avendo vinto a Cannes la sezione ‘Un certain regard’, ricostruisce attraverso una tecnica mista (compresa l’animazione) la stagione cambogiana degli orrori, i massacri dei khmer rossi. Una produzione francese, anche se batte qui bandiera cambogiana. Omar è dei nominati l’unico che non ho visto. Da non sottovalutare, visto che Cannes ha pure ottenuto un premio a ‘Un certain regard’. Storia angosciosissima di un ragazzo palestinese che, sotto ricatto, diventa informatore degli israeliani. Credo sia la prima volta che un film palestinese sia candidato. Nella pagina ufficiale dell’Oscar con le nominees si indica la Palestina come paese di provenienza, e questo è un riconoscimento di fatto da parte dell’Academy di una identità e di uno stato che, si sa, ufficialmente non esistono.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, Oscar, premi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ‘La grande bellezza’: nominato all’Oscar migliore film straniero. Ecco i suoi rivali, le sue chance

  1. Pingback: OSCAR 2014, ecco le nomination. Chi ne ha di più, i commenti, le sorprese, i favoriti | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.