Berlinale 2014. Recensione: THE GRAND BUDAPEST HOTEL. Wes Anderson gira un altro dei suoi film leggiadri, ma stavolta si sente il rumore dell’Apocalisse (d’Europa)

Digital Fusion Image Library TIFF File

Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.