13 film da non perdere stasera in tv (giov. 3 marzo 2016, tv in chiaro)

La rivolta

La rivolta

Kinky Boots

Kinky Boots

cliccare sul link per leggere la recensione di questo blog

Il principe del deserto, Iris, ore 21,00.
La rivolta, Rete Capri, ore 21,00.
Shine, Tv 2000 (canale 29 dt), ore 21,00.
Kinky Boots – Decisamente diversi, Cielo, ore 21,10.
La regola del silenzio (The Company You Keep), Rai 3, ore 21,15.
Closing the Ring, Rai Movie, ore 21,15.
L’ultimo film da regista – anno 2007 – di Richard Attenborough. Dove si mescoa il mélo a un genere assai più congeniale al suo autore, il cinema storico-bellico. Anni Novanta. Marie, figlia di un aviatore veterano della WWII, spinta dalo strano comportamento della madre vedova e di un amico di famiglia comincia a indagare sul passato dei genitori. Salterà fuori un segreto, un’incredibile storia di amicizia, amore, patriottismo in cui avrà un ruolo decisivo un anello ritrovato tra i resti di un aereo precipitato. Non se lo filò nessuno allora, eppure è di quei prodotti di onesta e artigianale fattura che non scendono mai al di sotto del livello del decoro. Con il grande Christopher Plummer, Shirley MacLaine e due ragazze allora rampantissime, Mischa Barton e Neve Campbell.
Fuga da Los Angeles, Paramount Channel (canale 27 dt), ore 22,30.
Simona, Cielo, ore 23,05.
Escursione nel cinema belga di Laura Antonelli per un film tratto nientedimeno che dall’Histoire de l’oeil di Georges Bataille. Siamo insomma (l’anno di produzione è il 1974) nel territorio dell’erotico-sporcaccionesco con però pretese di cultura e di arte. Con l’incontro molto à la Bataille tra Eros e Thanatos, e gran scorrere di sangue nell’arena e non solo lì, e triangoli di letto per il tempo assai arditi. Con Patrick Magee e Raf Vallone. Regia di Patrick Longchamps (che sia uno pseudonimo?). Solo per appassionati di cinema bis anni Settanta.
Headhunters – Il cacciatore di teste, Rai Movie, ore 23,25.
Il profumo del mosto selvatico, Canale 5, ore 23,30.
Film messicano del 1995 diretto da Alfonso Arau che fu un successo pazzesco non solo in patria, ma in tutto il Nord America. Trattasi incredibilmente – a riprova di quanto strana sia la storia del cinema – del remake di un Blasetti/Zavattini dell’immediato dopoguerra, Quattro passi tra le nuvole. Dove si racconta, con qualche libertà rispetto all’originale, di un reduce di nome Paul che, dopo aver ripreso la sua vita normale e di normale infelicità familiare, incontra una ragazza incinta del suo professore. La quale, disperatissima, non sa come dirlo all’autoritario padre. Paul decide di aiutarla fingendosi suo marito, e sarà l’innesco di un serie di eventi che cambieranno la vita di entrambi. Con Keanu Reeves, Aitana Sanchez-Gijon, Anthony Quinn e Giancarlo Giannini.
David Bowie: Five Years, Rai 5, ore 23,38.
Debito di sangue, Rete 4, ore 23,47.
Action thriller del 2001 di e con Clint Eastwood, tratto da un bestseller dell’allora molto letto e quotato Michael Connelly. Il detective Terry McCaleb mentre sta dando la caccia a un serial killer ha un infarto: guarirà davvero solo due anni dopo grazie a un trapianto di cuore. Ma si renderà conto di come nella sua salvezza c’entri proprio quel killer inafferrabile, con cui McCaleb ha contratto senza saperlo un debito di sangue. Assai contorto e perverso, molto alla Connelly insomma. Il libro fu un gran successo, il film no. Con Jeff Daniels e Anjelica Huston. Eastwood fin troppo maturo, diciamo così, per il ruolo.
Montecristo, Iris, ore 0,00.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi