Un film-capolavoro stasera in tv: APOCALYPSE NOW REDUX (lun. 1° maggio 2017, tv in chiaro)

Apocalypse Now Redux di Francis Ford Coppola, Iris, ore 21,00. Lunedì 1° maggio 2017.
53784_gal

Coppola e Storaro sul set

Coppola e Storaro sul set

La versione restaurata, con il ripristino della parti originariamente tagliate, del capolavoro di Francis Ford Coppola del 1979. Vengono aggiunti rispetto alla prima edizione ben 47 minuti, con sequenze intere come quella dei coloni francesi mai apparse prima. Anche con un diverso montaggio. Non aggiunge molto alla statura del film, già ampiamente riconosciuta. Anzi, qualcuno si è spinto a dire che di questa lunghissima versione uncut (3h 22′) si sarebbe potuti fare a meno e che l’unico obiettivo raggiunto dal restauro è stato quello di monumentalizzare il già possente ego coppoliano. Del resto, nella
lista che il mensile inglese di cinema Sight & Sound ha pubblicato l’agosto 2012 dei film più grandi della storia del cinema (hanno votato qusi 900 critici da 73 paesi), lista aggiornata ogni dieci anni, Apocalypse Now di Francis Coppola si è piazzato al quattordicesimo posto. E nella lista redatta  sulla base del voto delle centinaia di registi interpellati, sale addirittura al sesto posto. Risultati che non hanno certo bisogno di commenti. Dunque, un indiscutibile capo d’0pera, il grande film moderno di guerra, senza bellicismi e sventolar di bandiere, in sintonia con gli anni Settanta assai antimilitaristi in cui fu concepito (AN apparve nel 1979, e fu subito Palma d’oro a Cannes). L’ho rivisto non molto tempo fa e devo dire che regge molto bene drammaturgicamente la storia del soldato Willard che via acqua risale il Vietnam fino a raggiungere il santuario cambogiano dove il delirante colonnello Kurz si è costruito il suo regno fuorilegge. Che è poi una geniale riscrittura di Cuore di tenebra di Conrad da parte del trio di scenggiatori Francis Coppola-John Milius-Michael Herr.
Impressiona la potenza visiva del film che, visto sullo schermo di casa in HD, mantiene intatta rispetto ad allora tutta la sua grandeur. A convincere meno è certa pesantezza ideologica nella prima parte, molto figlia di quegli anni e che oggi mostra qualche ruga. Ma sono quisquilie rispetto all’immensità del film. Naturalmente resta la potenza dell’affresco, restano le ormai storiche sequenze come l’arrembante carica degli elicotteri e lo spettacolo a uso delle truppe nella giungla (anzi, jungla). E naturalmente c’è il Kurz di Marlon Brando, che già da solo basterebbe. L’ultima parte, che si sarebbe detta la più letteraria e a rischio imbolsimento e trombonismo, e anche a maggior rischio deterioramento col passare del tempo, mantiene invece tutta la sua carica perturbante. Vittorio Storaro fa miracoli con la luce, qualcosa che non si era mai visto e non si sarebbe più visto al cinema. Film di fuoco, di fiamme che si accendono nella notte, nella foresta, nell’orrore.
Schermata 2017-05-01 alle 18.24.07Schermata 2017-05-01 alle 18.25.10

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un film-capolavoro stasera in tv: APOCALYPSE NOW REDUX (lun. 1° maggio 2017, tv in chiaro)

  1. Pingback: 11 film da vedere stasera in tv (lun. 1° maggio 2017, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi