Film stasera in tv: OPERAZIONE U.N.C.L.E. (ven. 9 giugno 2017, tv in chiaro)

Operazione U.N.C.L.E. di Guy Ritchie, Italia 1, ore 21,15. Venerdì 9 giugno 2017.
D4D_9232.DNGD3S_1223.DNGDSC_4647.DNGNon è un momento splendidissimo per il pur talentuoso Guy Ritchie, cui capitò di essere per qualche anno anche il marito della star di tutte le star Madonna. Dopo i film survoltati degi esordi su teppismi e delinquenzialità assai glamourizzati, dopo i megaincassi di Sherlock Holmes 1 e 2, il suo funzionamento quale moneymaker al box office si è incppato. E se il recentissimo King Arthur, immersione azzardata del ciclo arturiano nei codici del fantasy orrorifico, sta arrancando su tutti i mercati, questo suo precedente Operazione U.N.C.L.E., anno 2015, era stato addirittura un disastro. Eppure era stato progettato con enormi ambizioni, compresa immagino quella di aprire un franchise. Idea di partenza: rifare filologicamente e snobisticamente una delle serie tv più amate dei Sessanta, una jamesbondata che frullava non solo i climi e i toni brillanti alla 007 ma anche quelli più cupi da guerra fredda-spia che venne dal freddo, portando il tutto su versanti di agognata coesistenza pacifica tra superpotenze. Ed ecco, nella versione diretta da Ritchie, l’agente CIA Napoleon Solo costretto a stringere anomala alleanza con un suo collea nemico e pui amico del KGB, biondo e gelido, chiamato Ilya Kuriakin. Costrettu ad allearsi perché uno scienziato pazzo e già nazistissimo sta costruendo una bomba atomica che gli consegnerebbe i massimi poteri sul mondo.
Con i due, la nipote dello scienziato passata dalla parte del Bene. Si parte da una Berlino Est benissimo rievocata, si approda a Roma e in un’isola-bunker del Tirreno, nell’Italia adarata dal mondo di quella decade smagliante, e qui benissimo riprodotta. Il film è di un manierismo stupefacente, quei primi e dorati anni Sessanta sono riproposti con la massima e quasi maniacale cura dei dettagli, gli abiti, i drink, le macchine robanti e sexy, i motoscafi, la dolce vita romana (solo con qualche errore: gli abiti optical di Alicia Vikander sono da seconda metà degli anni Sessanta, mentre qui siamo all’inizio della decade, e dunque figurano un attimo in anticipo e incongrui). Tutto molto ben girato, spesso con gusto squisitissimo, eppure il film non ha funzionato. Forse perché non c’è più un pubblico con un minimo di memoria storica per un’operazione così clamorosamente rétro, forse perché le platee globali popcorn vogliono mostri in effetti speciali e se ne sbattono di glamourate d’annata, di cui non ce la fanno a cogliere i riferimenti e il senso. E l’intera operazione è scintillante ma gelida, troppo concettuale per farsi blockbuster. Alicia Vikander è al solito meravigliosa, ma i due protagonisti maschi convincono poco. Henry Cavill, l’agente CIA, si porta sempre dietro un’aria da seconda serie da cui non riesce a liberarsi e Armie Hammer, il biondo e statuario agente KGB, pur avendo tutto per essere una star, no ce la fa mai a diventarlo. Ma il film una visione la merita per come restituisce amorevolmente i migliori anni di certo cinema e certa tv, e del nostro paese.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Film stasera in tv: OPERAZIONE U.N.C.L.E. (ven. 9 giugno 2017, tv in chiaro)

  1. Pingback: 9 film da vedere stasera in tv (ven. 9 giugno 2017, tv in chiaro) | Nuovo Cinema Locatelli

Rispondi