18 film stasera in tv (mart. 25 luglio 2017, tv in chiaro)

Poveri ma belli

Poveri ma belli

Cirkus Columbia

Cirkus Columbia

Giovani aquile

Giovani aquile

Cliccare il link per la recensione di questo blog. Alcune schede sono state scritte in occasione di una precedente messa in onda.

Souvenir d’Italie
di Antonio Pietrangeli, Capri Television (canale 66 dt), ore 19,30.
Incantevole commedia del 1957 di quel gran regista che è stato Antonio Pietrangeli, autore di capolavori assoluti come Io la conoscevo bene e Adua e le compagne. Ci sono meno ambizioni in questo film che cavalca l’onda della fascinazione esercitata dall’Italia anni Cinquanta sul mondo occidentale. Paradigmatico viaggio di tre ragazze straniere nel nostro paese, tra paesaggi meravigliosa di un’Italia pre-motorizzazione e turismi di massa e amori con giovanotti locali (il mito del latin lover in quegli anni era saldissimo). Con quella grazia e un retrogusto amaro di tutto il cinema di Pietrangeli. Con Alberto Sordi e Gabriele Ferzetti. Attenzione: co-firma la sceneggiatura Dario Fo, anche attore di un ruolo collaterale. Title song composto da Lelio Luttazzi che avrebbe poi fatto il giro del mondo.
Poveri ma belli di Dino Risi, Tv2000, ore 20,45.
L’asso nella manica di Billy Wilder, Capri Television (canale 66 dt), ore 21,00.
Una ragione per vivere e una per morire di Tonino Valerii, Iris, ore 21,00.
007 La morte può attendere, Rai 4, ore 21,04.
Uno 007 del periodo Pierce Brosnan, quindi in piena crisi di identità del personaggio di Ian Fleming, ormai non più sintonizzato sul mutato gusto delle masse. A rivederlo oggi, è di un qualche interesse che la storia cominci da una missione di James Bond nella blindatissima e impenetrabile, anche culturalmente, Corea del Nord. Ma il motivo di culto è la presenza di Madonna. Judi Dench è M, il lato Bond Girls è affidato a Halle Berry e Rosamunde Pike. Regia del neozelandese Lee Tamahori.
Giovani aquile, Rai Movie, or 21,10.
Bellico (si parla di Prima guerra mndiale) del 2006, dunque in tempi non più favorevoli al genere armi e vari eroismi. E difatti, nonostante la presenza di un James Franco in rampa di lancio, venne fatto a pezzi dai critici e disertato dal publico, Ma un ri-visione in tv se la merita, se non alro perché riporta alla luce un episodio poco conosciuuto della WWI, qundo un gruppo di govani piloti americani (volontari) andò a dare una mano all’allora nascente aviazione francese contro i tedeschi. Che potevao contare sul leggendario Barone rosso. Con Jean Reno.
Cirkus Columbia di Danis Tanovic, Rai5, ore 21,15.
Kill Bill Vol. 1 di Quentin Tarantino, Tv8, ore 21,15.
Kill Bill Vol. 2 di Quentin Tarantino, Tv8, ore 23,10.
Il mio amico Einstein, Cielo, ore 21,15.
Film che si basa sul carteggio durante la Grande guerra tra due scienziati collocati su fronti opposti: l’strofisico inglese Sir Arthur Stanley Eddington e l’allora giovane Albert Einstein, appena insediatosi in cattedra a Berlino. Si parla di quellal teoria della relatività che sconvolse le certzze della scienza, ma anche di follia bellica, pacifismo, uso bellico dela scienza e della tecnica. Attenzione, a interpretare Einstein è Andy Serkis, lo strepitoso attore nascosto sotto lo scimpanzé Caesar della saga Il pianeta delle scimmie.
School of Rock di Richard Linklater, Paramount Channel, ore 23,00.
The Fast and The Furious– Tokyo Drift, Italia1, ore 21,15.
Il terzo di un franchise che continua più che mai a fare sfracelli al box office. Qui il circo delle corse clandestine si trasferisce a Tokyo e, occhio, stavolta l’attore-totem della serie, Vin Diesel, sta in posizione laterale.
La pelle che abito di Pedro Almodovar, Rete4, ore 23,16.
Passione di John Turturro, Rai3, ore 23,20.
Sella d’argento di Lucio Fulci, Iris, ore 23,25.
Lucio Fulci meets Giuliano Gemma, ed è western. E c’è pure il reuccio del lacrima-movie, l’infante Sven Valsecchi. Per fortuna c’è Fulci a spazzare via ogni deriva sentimentalista.
Mr. & Mrs. Bridge di James Ivory, Rai Movie, ore 23,30.
Traitor, la7, ore 0,10.
Flm del 2008, tra i primi del cinema americano a trattare il terrorsimo islamista, anche se con parecchie, troppe, ombre e penombre e ambiguità in cui la distinzione tra colpevoli e innocenti finisce con lo sfumare pericolosamente. Un agente Fbi è incaricato di rintracciare un ex ufficiale delle forze speciali Usa di origini arabe ora passato allo jihadismo. Ci sarà, ed è un’agghiacciante prefigurazione della realtà recente, un attentato a Nizza. Solo che l’agente Fbi è sempre meno sicuro di chi siano davvero i responsabili. Con Don Cheadle e Guy Pearce.
The Joneses, Rai2, ore 1,00.
I Jones – marito, moglie,due figli – si installano in uno di quei suburbia borghesi tanto spesso location d’elezion del cinema americano. Sembrano e si comportano come una famiglia perfetta, diventando ben presto punto di rierimento per i vicini e l’intero quartiere. Solo che è tutto un fake. Nel senso che i Jones non sono una vera famiglia, sono stati assemblati da un’agenzia di promozione e marketing perch,é proponendosi come modelli di vita e di consumo, inducano gli altri a imitarli, a adeguarsi a loro, ad acquistare i loro stessi prodotti. Naturalmente le cose si riveleranno puù complicate del revisto, Atto d’accusa anche un po’ moralistico e semplificatorio ai giochi manipolatori di quelli che un tempo si chiamavano persuasori occulti. Con Demi Moore, David Duchovny e Amber Heard.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi