14 film stasera sulla tv in chiaro (merc. 11 aprile 2018)

Invictus

Poli opposti

Argento vivo

Cliccare il link per la recensione di questo blog. Alcune schede si riferiscono a precedenti messe in onda o all’uscita in sala.

Don’t say a a word, Iris, ore 20,59.
Argento vivo di John Cromwell, Capri Television (66 dt), ore 21,00.
Invictus – L’invincibile di Clint Eastwood, Cine Sony (55 dt), ore 21,00.
Machete Kills di Roberto Rodriguez, Rai Movie, ore 21,10.
Sequel del primo Machete, sempre firmato ovviamente Robert Rodriguez. Che, rifacendo e rifacendosi alla più efferata e sanguinolenta exploitation anni Settanta, confezione il suo solito barocco, sgargiante, survoltato, strabordante, estremissimo cineprodotto. Per quanto mi riguarda, sono abbastanza stufo di un simile cinema pulp-fumettaro-neogranguignolesco, anche perché Rodriguez non è Tarantino, e certe cose sono sopportabili solo se made in Quentinlandia (e neanche sempre). Stavolta il tosto Machete viene ingaggiato dal presidente Usa perché faccia fuori un narco inpazzito che vorrebbe lanciare sull’America un missile. Ma il marcio non sta tutto in Messico. Cast incredibile. Oltre al protagonista Danny Trejo ci sono Michelle Rodriguez, Antonio Banderas, Amber Heard, Sofia Vergara e perfino Lady Gaga. Se lo goda chi ama questo cinema.
Baaria di Giuseppe Tornatore, Rete 4, ore 21,15.
Poli opposti, Rai1, ore 21,25.
Il letto racconta, Capri Television (66 dt), ore 22,30.
Recuperare Doris Day. Se visti senza pregiudizi, magari abbandonati sul divano, i suoi film divertono e sembrano meno scemi di quanto la critica altezzosa li abbia sempre dipinti. Il letto racconta poi, ne converrete, è un titolo fantastico, e il film si lascia guardare. Oltre a lei c’è un lui, ovvio, ed è il vicino Rock Hudson, che divide in duplex la linea telefonica con Doris. Vi rendete conto che negli anni Sessanta c’erano linee telefoniche in condivisione, che quando uno la occupava l’altro non poteva usare il telefono? Bene, su questo preistorico dettaglio tecnico si dipana la vicenda del film. I due forzati della coabitazione telefonica si detestano, si fanno dispetti reciproci (soprattutti lei), si innamorano. Stupido e gradevole come un bicchiere di gazosa (un’altra cosa dei tempi del duplex).
Jerry Maguire, Paramount Channel, ore 22,55.
Springsteen & I, Rai5, ore 23,32.
Prodotto da Ridley Scott, un docu del 2013 che va a celebrare in modi speciali i quarant’anni di Bruce Springsteen quale leggenda del rock popolare, anzi icona popolare tout-court. Il mucisista-lavoratore adorato dalla working class non ancora sedotta dal trumpismo (o chissà, per qualcuno Trump e Springsteen coesistono felicemente nello stesso Olimpo). Certo, lo si vede in concerto, e ci mancherebbe, ma il film indaga soprattutto il rapporto intimo, carnale-pulsionale, che lo lega ai suoi fan andando a interrogarne e intervistarne un bel po’, di ogni età, sesso e tipo sociale.
’71 di Yann Demange, Rai Movie, ore 23,32.
The Assassination, Iris, ore 23,37.
Film del 2004 ispirato alla vera storia di Samuel Byck, l’uomò che negli anni Settanta progettò un attentato a Nixon. Frustrato e battuto dalla vita – tutto gli va male: lavoro, matrimonio – Byck cerca il riscatto attraverso un gesto che lo consegnerà alla storia. Nonostante il gran cast – Sean Penn, Naomi Watts, Don Cheadle – e nonostante le sue ambizioni, non funzionò in sala.
Hunger Games, 20, ore 0,35.
Incompresa di Asia Argento, Rai2, ore 1,00.
La piscina di Jacques Deray, Rai Movie, ore 1,15.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi