20 FILM stasera in tv (lun. 11 giugno 2018, tv in chiaro)

Tutte le ragazze lo sanno

Cliccare il link per la recensione di questo blog. Alcune schede si riferiscono a precedenti messe in onda.

Winchester ’73 di Anthony Mann, Rete Capri (66 dt), ore 19,30.
Uno dei grandi western anni Cinquanta di Anthony Mann che rivoluzionarono il genere introducendo inedite complessità psicologiche e una sorta di indebolimento (proprio nel senso di pensiero debole) della figura dell’eroe. James Stewart in una gara sfida un rivale per il possesso di un fucile storico, il Winchester del titolo. Freud non è lontano, e Anthony Mann lo sa molto bene. Occhio, ci sono anche Tony Curtis e Rock Hudson, il gay che a Hollywood dovette fare il macho.
Abbasso la ricchezza! di Gennaro Righelli, Rete Capri (66 dt), ore 21,00.
L’allenatore nel pallone 2 di Sergio Martino, Iris, ore 21,00.
Troppo tardivo sequel – siamo ormai negli anni Duemila – del mitologico Allenatore nel pallone, B-movie sul mondo e il sottomondo del calcio diventato culto inossidabile. Torna Lino Banfi quale allenatore scombinato Oronzo Canà che sproloquia e strologa di tattiche e filosofie di gioco in un italiano assai approssimativo. Ma i tempi non sono più gli stessi. Con le comparsate di Alex Del Piero e Francesco Totti che sono soprattutto un omaggio a Lino Banfi.
After Earth, Cine Sony (55 dt), ore 21,00.
I professionisti di Richard Brooks, Rai Movie, ore 21,10.
Italia ’90, notti magiche, Mediaset Extra (34 dt), ore 21,15.
Regia di un signore dei mondo movie come Mario Morra. Sceneggiatura (tra gli altri) di Dardano Sacchetti, un nome che ha contrassegnato parecchio del nostro migliore cinema di genere. Insomma, questo docufilm – “il film ufficiale” che ricostruisce il mondiale italiano del 1990 – è cinema vero. Vinse la Germania, noi non ce la facemmo nonostante Schillaci e Baggio.
Addio, mia regina di Benoît Jacquot, Cielo, ore 21,15.
La leggenda del cacciatore di vampiri, Rai 4, ore 21,21.
Lo Hobbit, la desolazione di Smaug di Peter Jackson, Tv8, ore 21,25.
La promessa di Sean Penn, Nove, ore 21,25.
Tutte le ragazze lo sanno, Rete Capri (66 dt), ore 22,30.
Una provinciale a New York. E sarà per Meg esemplare storia di formazione e accidentata educazione sentimentale con oscillazioni tra il collega e il capo. Un film del 1959 che è soprattutto un vehicle per Shirley MacLaine. Gli uomini sono Gig Young e David Niven.
L’uomo senza ombra di Paul Verhoeven, Cine Sony (55 dt), ore 22,45.
In Good Company, Paramount Channel (27 dt), ore 23,00.
Mimic di Guillermo del Toro, Spike (49 dt), ore 23,20.
Fantasy-horror con una sua nobiltà. Anche perché alla regia c’è quel gran visionario di Guillermo Del Toro, qui in uno dei suoi primi film.
L’esercito delle dodici scimmie di Terry Gilliam, Mediaset Italia 2, ore 23,30.
Non sono un grande estimatore di Terry Gilliam (che conta comunque su un bel gruppo di devoti), lo ritengo un enorme talento ingorgato e autoreferenziale che continua a girare a vuoto in una orsonwellesiana sala degli specchi. Però il suo cinema bigger than life merita rispetto, anche se qualcuno un giorno deve avergli detto che è il nuovo Fellini e lui gli ha creduto. L’esercito delle dodici scimmie è ancora uno dei suoi film digeribili. E poi c’è il richiamo di star come Bruce Willis e Brad Pitt.
Interceptor (Mad Max), Rete 4, ore 23,51.
L’educazione sentimentale di Eugénie di Aurelio Grimaldi, Cielo, ore 0,15.
Incredibile produzione autarchica firmata da Aurelio Grimaldi, il regista di Le buttane e La discesa di Aclà a Floristella, che mette in cinema, anche se con parecchie libertà, nientedimeno che La philosophie dans le boudoir del marchese De Sade. Dove – siamo nel Settecento dei lumi e dei peccati libertini – una fanciulla viene introdotta alle malizie della vita, naturalmente sesso compreso. Anzi, sesso soprattutto. Con disquisizioni su carne, fede e spirito da parte dei due uomini che pilotano l’iniziasione di Eugénie. Attori così così, ma il senso di Grimaldi per l’eros nella sua versione più corporale e densa di afrori e umori è pienamente confermato.
Closer di Mike Nichols, Cine Sony (55 dt), ore 0,45.
L’esorcismo di Emily Rose, Tv8, ore 0,50.
Una ragazza a Las Vegas di Stehen Frears, Rai Movie, ore 0,55.
Negletto film del 2012 del fin troppo eclettico e disinvolto nell’abbracciare i generi Stephen Frears. Biografia di una lap dancer che si fionda a Las Vegas sperando di fare fortuna. Parte come cameriera, ma il suo talento per i numeri la porterà a collaborare con un giocatore professionista. Con Rebecca Hall e Bruce Willis. Parecchie affinità con il recentissimo Molly’s Game di Aaron Sorkin.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi