18 film da vedere stasera in tv (merc. 22 agosto 2018, tv in chiaro)

fdd
Due lettere anonime

Le relazioni pericolose

Cliccare il link per la recensione di questo blog. Alcune schede si riferiscono a precedenti messe in onda.

Non ti muovere di Sergio Castellitto, Iris, ore 21,00.
Il figlio della tempesta di Henry King, Rete Capri, ore 21,00.
L’orfano e il pescatore. Che capirà meglio di tanti tribunali dei minori e assistentati sociali quello di cui il ragazzino ha davvero bisogno: la libertà, e il mare. Racconto di formazione con un grande a indicare la via, in una trasmissione tutta virile di valori e modi e simboli. Del 1948, diretto da un tipico regista da studios come Henry King. Con Dana Andrews.
Regole d’onore di Wiliam Friedkin, Cine Sony, ore 21,00.
Un film di William Friedkin, anche se minore e pressochè sconosciuto, è pur sempre un film di William Friedkin, quindi merita una visione. Qui il fiammeggiante cult-director di Vivere e morire a Los Angeles e Il braccio violento della legge filma – siamo nel 2000 – una storia di americani in un Vicino Oriente pre-11 settembre ma già pieno di insidie. Un ufficiale Usa incaricato della sicurezza del suo ambasciatore in Yemen spara sulla folla per difenderlo. Seguirà processo e accanito dibattito tra l’opinione pubblica. Film profetico di quello che accadrà di lì a poco dopo le Torri Gemelle, interventismo americano compreso. Parecchio interessante.
La mia terra di Henry King, Tv2000, ore 21,15.
Il secondo film di Henry King della serata dopo Il figlio della tempesta. Ma questo film è di dieci anni dopo, del 1959, un melodramma di famiglia, e di famiglie e dynasty, sulla scia di Il gigante gran successo di soli tre anni prima. Difatti c’è sempre il roccioso divo Rock Hudson al centro della scena, solo che stavolta le passioni, i desideri, le avidità, gli inganni non ruotano intorno al petrolio ma ai vigneti. California: il proibizionismo sta mettendo in ginocchio la famiglia Rambeau e il suo primato nella produzione di vini. L’idea allora è di allargare i possedimenti terrieri e consolidarsi attraverso un’alleanza matrimoniale con i potenti vicini, come si usava nelle case regnanti. Ma la giovane parente chiamata dell’Inghilterra per quel matrimonio concordato, e all’oscuro dei piani degli zii, naturalmente non accetterà supinamente il destino che le è stato assegnato. Supportata anche da un cugino. Gran cast. Oltre a Rock Hudson, Jean Simmons, la meravigliosa Dorothy McGuire e Claude Rains.
Superman II di Richard Lester, Mediaset Italia2, ore 21,15.
Il vero, grande, inimitabile Superman del cinema, quello con Christopher Reeve diretto da Richard Lester, già regista dei Beatles. Qui il mite Clark Kent si toglie gli occhiali e si libra in tuta aderentissima nell’aria per un’altra volta, ed è sempre ooh! di meraviglia in platea.
45 anni di Andrew Haigh, Rai3, ore 21,15.
Leonard Bernstein dirige West Side Story, Rai5, ore 21,15.
Due lettere anonime di Mario Camerini, Rete Capri, ore 22,30.
Assolutamente da vedere, per capire come si riposizionarono nei tempi nuovi del neorealismo, e dell’Italia immediatamente post-bellica, il più grande regista degli anni del regime, Mario Camerini, e alcuni attori del cinema di quel periodo come Andrea Checchi e Clara Calamai. Una storia che parla di reduci di guerra, di fascismo collassato, di occupazione nazista, di resistenza, evidentemente in consonanza con il coevo Roma città aperta, ma con un approccio filmico assai più tradizionale e mélo e ‘recitato’. Tornato dalla Russia, Bruno scopre (tramite la prima delle lettere anonime del film) come la sua fidanzata si sia messa con un tipo colluso con i tedeschi. Sarà solo l’inizio di una trama di lotte clandestine e amori e tradimenti, con il privato che si incrocia al pubblico e alla Grande Storia. Fno a una seconda e fatale lettera anonima. Come si fa a perderlo un film così? Il motore narrativo delle lettere rimanda ovviamente al capolavorissimo francese Il corvo di qualche anno prima, girato da Clouzot durante l’occupazione tedesca.
Il sospetto di Thomas Vinterberg, Rai Movie, ore 22,50.
Patrick, Cielo, ore 22,55.
Remake di un memorabile horror australiano dei tardi anni Ottanta. Un uomo in coma e la sua comunicazioine inconscia con l’infermiera che lo accudisce. Bellissima idea. Seguiranno fatti raccapriccianti. Con Charles Dance.
Burlesque, Tv8, ore 23,25.
Torna a settembre di Robert Mulligan, Italia 7Gold, ore 23,30.
Snowpiercer di Joon-ho Bong, Rai4, ore 23,31.
Insieme per caso, la7, ore 23,40.
Film assolutamente LGBTQI, con una coppia di interpreti che per il mondo gay sono icone, Kathy Bates e Rupert Everett. Lei è pazza di un cantante: che però scoprirà essere omosessuale. E quando viene ammazzato ecco che lei si alleerà con il compagno del defunto per scoprire l’assassino.
Quando tutto cambia di Helen Hunt, Canale 5, ore 23,46.
L’attrice Helen Hunt passa alla regia con questo non memorabile film del 2007 come si usa dire “dalla parte delle donne”. Una trentenne incasinata (madre adottiva morta, abbandono da parte del marito stronzo, irruzione nella sua vita della madre naturale) trova la forza di tirare avanti e non inabissarsi grazie anche a un signore inglese appena conosciuto. Che è Colin Firth. Insomma.
Capitan Harlock, 20, ore 23,55.
Le relazioni pericolose di Stephen Frears, Paramount Channel, ore 0,35.
Vita di Pi di Ang Lee, Rai Movie, ore 0,40.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi