SUL MIO iPHONE: “Viaggio in Italia” di Rossellini

Viaggio in Italia“, regia di Roberto Rossellini, con Ingrid Bergman e George Sanders. B/N, Italia 1954.

L’iPad non ce l’ho ancora e non ne sento il bisogno (mai dire mai, però, soprattutto con le tecnologie; pensi di poterne fare a meno poi diventi addicted). Anche perché con l’iPhone mi posso anche caricare e guardare film. Schermo piccolo, ma qualità buona. Soprattutto massima comodità. Così in metrò e in treno ho preso l’abitudine di ripassare qualche film dimenticato.

Ho incominciato con “I Nibelunghi” di Fritz Lang con didascalie in tedesco, un décor meraviglioso, un bianco e nero che ti strappa l’anima. Adesso tocca a un altro classico che amo, “Viaggio in Italia” di Rossellini. Scene cult: la visita all’antro della Sibilla e al museo archeologico di Napoli, la processione finale. Chi avesse visto “Gli abbracci spezzati“, l’ultimo e sottovalutato film di Almodòvar (è molto meglio della sua fama, se non l’avete visto recuperatelo), ricorderà che “Viaggio in Italia” è citato più volte e che anzi il titolo è un richiamo a una delle scene clou del film di Rossellini, la visita alla città morta di Pompei e alla casa dei due amanti sorpresi dalla morte lavica durante un abbraccio e consegnati all’eternità in quella posa. Abbracci spezzati dal destino.

SCENE DAL FILM

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=aUH4mjpxZys&hl=it_IT&fs=1]

Il trailer di “Gli abbracci spezzati” di Pedro Almodóvar, film che cita più volte (anche il titolo è una citazione) “Viaggio in Italia” di Rossellini.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=1fX577KgLUs&hl=it_IT&fs=1]

Questa voce è stata pubblicata in cinema e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.