Ultimissime su INCEPTION: incassi record (piace soprattutto ai maschi giovani)

Inception” di Christopher Nolan, con Leonardo DiCaprio, Marion Cotillard, Ellen Page e Cillian Murphy.

Recensioni trionfali. Ormai stampa e siti americano e inglesi concordano. “Inception”, il film di psycho-science-fiction con Leo DiCaprio, è il grande evento dell’estate filmica. Anteprima mondiale a Londra il 9 luglio, uscita statunitense lo scorso venerdì, “Inception”ha raccolto pareri che vanno dal positivo all’entusiasta. Ho dato un’occhiata a una valanga di recensioni (Guardian, Observer, Independent, Telegraph, Time-Out, NY Times, Village Voice, Variety, Hollywood Reporter) e il tono è simile: un film che riporta la science-fiction ai fasti di 2001 e Blade Runner, spettacolare e insieme profondo, mainstream e high-class. Anche se poi tutti concordano su quanto sia labirintico, contorto, machiavellicamente complicato, con quell’entrare e uscire tra sogno e realtà che alla fine ti perdi.

Perplesso invece il New Yorker. Il settimanale più radical e più chic del mondo è il solo ad arricciare il naso. “Alla fin fine, una follia”, “più pazzo di quanto non sembri a raccontarlo”, “stranezze e bizzarrie che complicano le cose senza avere grande significato”. Poi una perfida stilettata. Paragonando “Inception” a certi film onirici di Buñuel come “Bella di giorno” e “Il fascino discreto della borghesia”, il recensore del NY fa notare che “Buñuel era un surrealista, Nolan è invece literalminded”, cioè uno che si ferma alla lettera delle cose e non sa librarsi oltre di esse.

Incassi (quasi) record. Gli addetti ai lavori erano però in attesa soprattuto dei numeri del box-office dopo il primo weekend di programmazione, 16-18 luglio. I dati degli incassi, arrivati oggi, non hanno deluso, anzi. Le previsioni della Warner, che sul film ha investito 150 milioni di dollari, erano di 40 milioni per il primo weekend, invece si è andati ben oltre: 62,8 milioni. Se “Inception” reggesse a questo ritmo, sarebbe il miglior incasso dell’estate americana. I dati scorporati indicano poi che il pubblico è in prevalenza maschile, 56%, e che gli under 34 sono ben il 73%. Un film per maschi giovani, non certo un chick flick. Le fidanzate sono avvisate.

Basta con i sequel. Uno dei motivi del favore con cui è stato accolto “Inception” è che, finalmente, è un film originale. Scrive l’Hollywood Reporter: “In un’estate di remake, reboot e sequel, questa è l’idea cinematografica più nuova da parecchio tempo in qua”. Reboot significa letteralmente riavvio, a indicare quei prodotti (film, ma anche videogames) che vengono realizzati per ridare slancio a serie un po’ appannate. Casi tipici: “Batman Begins” che ha rivitalizzato la saga dell’uomo-pipistrello e “Casino Royale”, riuscito nella mission impossible di rinfrescare il decotto James Bond. Adesso tutti gli Hollywood watchers sono col fiato sospeso in attesa di capire se il film di Nolan reggerà l’urto della seconda settimana di programmazione. È lì che si vede se un film tiene o se, svanito l’effetto lancio, comincia a perdere colpi.

Da noi uscirà solo il 24 settembre, ultima data al mondo. Al momento, non ci sono segni di ravvedimento da parte della distribuzione. Chi proprio non ce la fa ad aspettare, approfitti di eventuali vacanze all’estero per beccarlo. Ecco il link con il calendario delle uscite nei maggiori paesi del mondo.

OFFICIAL SITE (cliccate e guardate, è una meraviglia)

Dentro e fuori dai sogni. Una scena di "Inception".


Questa voce è stata pubblicata in cinema e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ultimissime su INCEPTION: incassi record (piace soprattutto ai maschi giovani)

  1. Pingback: Box office Usa: flop MONICA BELLUCCI, bene IO SONO L’AMORE, benissimo INCEPTION | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.