ATTRICI, la mia TOP 12 (partiamo con 12°, 11° e decimo posto, prossimamente le altre)

Sono volubile, nei miei amori cinematografici. Al cinema cambio spesso l’oggetto delle mie passioni, soprattutto con attori e attrici (con i registi sono un po’ più fedele). La Top 12 che sto per comunicarvi riflette quindi il momento, l’oggi. Ieri era un’altra cosa, domani chissà. In questa lista ho messo soprattutto i nomi e i volti che più mi hanno convinto e colpito negli ultimi tempi, privilegiando chi magari non ha ancora una solidissima posizione nello stardom ma promette molto bene. Di superstar ne troverete poche, di ragazze talentuose sì. Ma spicciamoci e partiamo.

12) LUDIVINE SAGNIER. Mi sono cineinnamorato di lei in 8 donne di Ozon, l’ho ritrovata in Les chansons d’amour di Honoré e nel bellissimo – e assai sottovalutato in Italia – dittico noir Il nemico pubblico n. 1 con Vincent Cassel. Ludivine Sagnier fa parte della pattuglia di attrici francesi venti-trentenni che stanno conquistando il cinema, non solo nazionale. Talento mimetico eccezionale, sa essere femme fatale, pupa del gangster e ragazzetta nevrotica. Una faccetta buffa che può diventare drammatica e che non dimentichi. Adesso, e potrebbe essere finalmente il suo lancio internazionale, sta girando con Lee Tamahori The Devil’s Double che racconta l’incredibile storia di colui che si inventò (o fu inventato dai servizi) sosia del figlio sadico di Saddam Hussein, Uday. Accanto a lei c’è Dominic Cooper, grandissimo talento. Insieme promettono sfracelli.

11) PENELOPE CRUZ. Una delle poche dive presenti in questa lista. Io non sono un grande estimatore di Spagna e spagnoli, però come si fa a non tifare Pen? In Volver Penelope Cruz ha dato il suo meglio, avrebbe meritato l’Oscar massimo, mentre le hanno dato poi quello minimo (come non protagonista) per Vicky Cristina Barcelona. Duttile come nessun altra. Con una grazia naturale che le consente di attraversare indenne anche i terreni (cinematografici) più fangosi, che nei film di Almodovar ad esempio non mancano. In Nine, film sbagliato ma molto interessante di cui converrà riparlare, fellineggia con bravura commovente e riesce a essere all’altezza della Milo di Otto e mezzo di cui ricalca il personaggio. L’America l’ha adottata e lei si presta (sta girando il nuovo Pirati dei Caraibi), ma tenendosi stretta anche la sua identità europea. Dimenticavo: si è appena sposata con Javier Bardem, e non è notizia da poco.

10) CHARLOTTE GAINSBOURG. Se proprio le si deve trovare un limite, ecco, è il rigore estremo delle sue scelte, mai un abbandono, mai una parte sorridente. Ma Charlotte Gainsbourg è così, un tipo serio che si è sempre messa d’impegno per onorare i due miti di cui è figlia, Jane Birkin e Serge Gainsbourg. Charlotte ha molto di tutti e due ed è anche per questo che non puoi non amarla. La lista dei suoi recenti e prossimi film è abbastanza impressionante per la caratura dei registi: I’m not there di Todd Haynes, AntChrist di Lars von Trier, Persécution di Chéreau. Adesso è sul nuovo set di von Trier per Melancholia, bisogna avere tempra d’acciaio a resistere per due film di fila con il maestro di Dogma.

Questa voce è stata pubblicata in Container e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a ATTRICI, la mia TOP 12 (partiamo con 12°, 11° e decimo posto, prossimamente le altre)

  1. Pingback: ATTRICI, la mia TOP 12 (qui i nomi dal 12° al 7° posto, le altre prossimamente) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  2. Pingback: ATTRICI: la mia TOP 12. Ecco finalmente la Numero Uno | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  3. Pingback: Le mie ATTRICI preferite: quadro finale e nomi caldi oltre la TOP 12 | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  4. Pingback: FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (lunedì 9 agosto 2010/parte prima) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.