FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (domenica 8 agosto 2010)

Non troverete qui tutti i film in onda stasera e stanotte sulle varie tv, dall’analogico al satellitare al digitale terrestre (per i palinsesti completi date un’occhiata al sito MyMovies Guida in tv). Ma solo le mie scelte personali e di parte. Con un’avvertenza: la programmazione potrebbe anche subire dei cambiamenti.
Incominciamo.

Lasciami entrare, RaiTre, h. 23,25.  Svezia 2008, Oskar è un ragazzino solitario, Eli un’inquietante teenager dai lineamenti che stridono nel Nord gelido e bianco di neve. Si scoprirà che lei è una vampira. Lasciami entrare è simile a Twilight, ma con le introspezioni e le sottigliezze di un paese che ha dato al cinema Bergman. Citazioni di Argento e Fulci. Grande successo internazionale, premi ovunque, successivo remake americano.
Fedora
, RaiTre, h. 1,45. Nottata del ghezziano Fuori Orario dedicata al dittico di Billy Wilder Fedora e Viale del tramonto (h. 3,35), entrambi riflessioni sulla bellezza che decade e il demonismo dell’essere star. Se di Viale del tramonto si sa tutto e tutti sanno tutto, il di molto successivo Fedora (1978) è uno dei titoli più marginali nella carriera di Wilder.  Corfù, una diva sembra non conoscere il declino fisico, la sua bellezza col passare dei decenni resta intatta, qual è il mistero? Con Marthe Keller e un William Holden che fa da link con Viale del tramonto, e qui nella sua fase di massima decadenza. Un film malato, fuori dal suo tempo e ipnotico, in cui Wilder ritrova tutte le ambiguità e le ombre della sua Germania lasciata decenni prima (produzione tedesca, infatti). Testamentario. Raro, obbligatorio.
Two Lovers
, Sky Cinema Mania, h. 22,50. James Gray alle prese con le sue ossessioni: la Brooklyn degli immigrati est europei, il potere dei legami di sangue, l’ineluttabilità dei destini individuali. Leonard (Joaquin Phoenix) è uno scapolo che i suoi – memorabile la Isabella Rossellini yiddische mame – vorrebbero accasare con una ragazza benestante. Lui però perde la testa per la vicina, la ragazza interrotta Gwyneth Paltrow. A Cannes Two Lovers 2008 non fu apprezzato, peccato, è bellissimo. Solo un po’ lungo.
Il caso Mattei, Sky Cinema Italia, h. 21,00. Mentre Locarno si appresta a onorare Francesco Rosi con un Pardo alla carriera, Sky rimanda uno dei suoi film più celebri, Il  caso Mattei, Palma d’Oro a Cannes 1972 ex aequeo con La classe operaia va in paradiso di Elio Petri (che tempi per il cinema italiano, entrambi poi erano interpretati da Gian Maria Volontè). Non sono un entusiasta del cinema di Rosi, tantomeno di questo film fastidiosamente complottista. Però Rosi resta un indiscutibile maestro del cosiddetto cinema civile.

Idioti, Cult, h. 3,00. A ore impossibili uno dei meno conosciuti e più radicali film di Lars von Trier, anno 1998. Dopo la riuscita di Le onde del destino ci si aspettava un altro melodramma da lui e invece il gran danese spiazzò tutti con questo film rigidamente ossequioso alle regole spartane del manifesto Dogma (telecamera a spalla, suono in presa diretta ecc.). Storia da pazzi: alcuni amici si radunano in una villa e, per scoprire il lato oscuro di sè, decidono di comportarsi da idioti. Scena finale al tempo censurata di sesso di gruppo, con momenti hardcore. Però non bastò lo scandalo a trasformare Idioti in un successo. Disturbante. Ma quando von Trier non lo è)
Un anno vissuto pericolosamente
, Rai4 (digitale terrestre), h. 23,00. Mel Gibson e Sigourney Weaver, giovani e belli, in un film dell’83 di un Peter Weir ancora nel suo periodo australiano pre-Hollywood. Lui è un reporter, lei un’addetta all’ambasciata inglese che si amano nell’Indonesia 1965 del colpo di stato antiSukarno e della caccia ai comunisti. Strano film, Un anno vissuto pericolosamente, che mescola politica alla visionarietà e al senso dell’ignoto alla Weir. Me lo ricordo tenebroso, notturno, un gran teatro di ombre e di minacce. Con una angosciosa scena di folla tumultuante, molto simile a quella in cui Christian Bale ragazzino si perde nello spielberghiano Impero del sole.

La lista prosegue con altri film. Cliccate Continue Reading e girate pagina

Cannibal Horror – Mangiata viva, Rai Movie (digitale terrestre), h. 4,00. Sul canale fantasma Rai (sono in pochi a captarlo) e a un’ora fantasma un horror d’autore. Lo firma la francese Claire Denis, grande esploratrice di privati scontri di civiltà e contaminazioni interculturali (Chocolat, Nénette et Boni), che in Cannibal Horror tenta invece la carta del film di genere mescolando mutazioni genetiche ed erotismo. Attori che già di loro sono supercult: Vincent Gallo (io non lo sopporto, ma insomma) e Béatrice Dalle. Denis è un’autrice sempre interessante, anche quando rischia troppo e deraglia.
American Gangster, Premium Cinema, h. 22,40. Ennesimo capolavoro annunciato di Ridley Scott, ennesima mezza delusione (anche più di mezza). In American Gangster Denzel Washington è un reduce dal Vietnam che diventa boss dellla droga, Russell Crowe il poliziotto che cerca di incastrarlo. Adorato da alcuni. Io invece penso da sempre che Ridley Scott sia un regista sopravvalutato (ebbene sì, anche in Blade Runner). Opinione molto personale.
Apocalypse Now, Premium Cinema Energy, h. 23,05. Gli elicotteri, la cavalcata delle Valchirie, l’odore del napalm alla mattina, The End, il colonnello Kurz/Marlon Brando. Che altro dire di un film-leggenda? Da rivedere ogni tanto, per capire se regge agli insulti del tempo. Certo che Coppola in quegli anni Settanta infilò una serie impressionante di capolavori: Il padrino 1 e 2, La conversazione e Apocalypse Now, appunto.
Hollywood, Vermont, Iris, h. 21,05. David Mamet scrive e dirige questo film su una troupe che sta girando un film nel Vermont. Scontro tra il mondo delle star e quello della gente di provincia. Del 2000, con una Sarah Jessica-Parker non ancora vampirizzata completamente da Carrie Bradshaw. E con un ancora sconosciuo Philip Seymour Hoffman e Alec Baldwin. Hollywood, Vermont è un Mamet minore, ma pur sempre Mamet.

In breve, altri film interessanti della serata televisiva:
Fantozzi, Rete4, h. 21,30. Il primo della serie. Amato, si dice, anche da Eco. Sarà vero?
Mimì metallurgico ferito nell’onore, Rete4, h. 23,30. Wertmüller-Giannini-Melato con questo film svoltarono. Oggi abbastanza imbarazzante.
Ladri di biciclette, Rete4, h. 3,30. Un pezzo di storia del cinema.
Newton Boys, Italia 1, h. 1,25. Misconosciuta ma notevole gangster story di un autore sempre molto personale come Richard Linklater, con il suo prediletto Ethan Hawke.
L’impero colpisce ancora, Italia 1, h. 21,20. Io che non ho mai amato Star Wars me lo ricordo come il meno peggio della serie.
La presidentessa, La7, h. 2,30. Pochade diretta da Pietro Germi prima dei suoi grandi film con Silvana Pampanini al suo massimo. Già prefigura Signore e signori.
Ombre dal passato, Sky Cinema Max, h. 22,45. Horror giapponese (e gli horror giapponesi meritano attenzione).
Ciao America, Sky Cinema Classics, h. 22,30. Brian De Palma dirige un giovanissimo, magrissimo DeNiro.
Oliver!, Sky Cinema Classics, h. 0,00. Musical classico da Dickens.
Un americano a Roma, Sky Cinema Italia, h. 0,40. Sordi Sordi Sordi!
Terrore dallo spazio profondo, MGM, h. 2,00. Remake del 1978, firmato Philip Kaufman, dell’Invasione degli ultracorpi. Kaufman un’occhiata la vale sempre.
L’ultima spiaggia, Fantasy, h. 21,00. Stanley Kramer (Vincitori e vinti, Indovina chi viene a cena?) affronta l’incubo nucleare.
La pretora, Rai Movie, h. 22,45. Edwige Fenech è una pretora integerrima ma anche la sua gemella sporcacciona. Di Lucio Fulci, autore oggetto di fanatica devozione in tutto il mondo.
La calda notte del’ispettore Tibbs, Studio Universal, h. 23,15. Poliziesco melodrammatico e antirazzista specchio del suo tempo.
L’ultima alba, Premium Cinema Energy, h. 21,00. Bruce Willis e Monica Bellucci in un avventuroso africano che è stato un flop. Ma alla regia c’è Antoine Fuqua, il talentuosissimo regista di Training Day.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film stasera in tv, stasera in tv, tv e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.