Continua il successo in America di “Io sono l’amore” (che insidia il record di Soldini)

Il film italiano di maggior successo del decennio sul mercato Usa è ancora Pane e tulipani di Silvio Soldini. Ma Io sono l’amore di Luca Guadagnino sta per agguantarlo e strappargli il primato

Tilda Swinton in "Io sono l'amore"

Luca Guadagnino, prossimo giurato a Venezia, sarà contento delle notizie che gli arrivano dagli Stati Uniti. Il suo Io sono l’amore non smette infatti di piacere al pubblico americano e ormai è considerato uno dei maggiori successi dell’anno nella categoria Art House movies (più o meno film d’essai, solo che da noi la definizione fa un po’ troppo cineforum anni Sessanta). Uscito 8 settimane fa nelle sale Usa e partito subito molto bene (vedi il precedente post su questo blog), nell’ultimo weekend censito dai siti specializzati in box-office, quello del 6-8 agosto, ha portato in cassa altri 200.000 dollari, per un totale che ormai sfiora i 4 milioni (per l’esattezza, 3.935.000 dollari), cifra rispettabile per un piccolo film straniero.

L'affiche americana

I am Love, come l’hanno ribattezzato là, ormai è vicino al record messo a segno da Pane e tulipani di Silvio Soldini, che con i suoi 5.318.679 dollari realizzati nel 2001 resta il più grande successo italiano del decennio in terra statunitense. Ma se Io sono l’amore continua a questo ritmo potrebbe presto superarlo (il sorpasso, secondo le proiezioni, potrebbe avvenire nel giro di tre settimane). Bella soddisfazione per Guadagnino, che in Italia s’è visto trattare con sufficienza da quasi tutti e non ha avuto nessuno dei premi importanti, andati tutti alla triade Mine vaganti, L’uomo che verrà e La prima cosa bella. Nemo propheta.

Questa voce è stata pubblicata in box office, cinema, film e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Continua il successo in America di “Io sono l’amore” (che insidia il record di Soldini)

  1. Pingback: Il film più sopravvalutato dell’anno (e il più sottovalutato) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.