FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (giovedì 12 agosto 2010, terza parte)

Sono molti i titoli interessanti. Così, dopo i film già segnalati nei due post precedenti (prima e seconda parte), procediamo con le altre scelte – sempre molto personali – della serata e della notte tv. Per avere un quadro completo della programmazione dare un’occhiata al sito MyMovies Guida in tv e a quello di Sky.

Ricomincio a vivere, Canale 5, h. 23,30. Film del 1998 con una Sandra Bullock (ancora lei, è il suo secondo film della serata) che apprende da un talk show in tv che il marito la tradisce con la migliore amica. Lo molla, si dispera poi si rimbocca le maniche e si reinventa l’esistenza. Ricomincio a vivere è una parabola pedagogica tutta dalla parte di lei. Sarebbe trascurabile se non fosse che c’è Michael Paré nella parte del marito. Paré chi? Quello di Streets of fire, bellissimo film di gang motorizzate di Walter Hill, molto anni ’80. Per chi (come me) l’ha visto allora, Paré resta un idolo. Ah sì, c’è anche la grande Gena Rowlands.
Weekend con il morto, 7 Gold, h. 21,05. Commediaccia degli equivoci fine anni Ottanta che funziona ancora bene. Due ragazzi per non finire nei guai sono costretti a far credere che il loro capo, morto ore prima, sia ancora vivo anche se non tanto vispo. Ci sono di mezzo anche dei mafiosi dai modi spicci. Si ride. Alla regia Ted Kotcheff, che è poi quello del primo, bellissimo Rambo.
Amori sospesi, Sky Cinema Hits, h. 0.50. Lui ha la moglie malatissima, lei è vedova. Si innamorano. Succederà lo stesso ai loro figli. Film di lacrima e fazzoletto, però con la magnifica coppia Diane Keaton e Sam Shepard.
Verso l’Eden, Sky Cinema mania, h. 23,45. L’ultimo film di Costa-Gavras, maestro del cinema civile. Riccardo Scamarcio è un migrante clandestino che approda sulla spiaggia di un paradiso turistico in Grecia. Poveri contro ricchi: come sempre Costa-Gavras va sul manicheo e il didascalico. Ma il suo vecchio cinema può ancora dirci qualcosa. Interessante proprio perché démodé.
The Park, Sky Cinema mania, h. 1,40. In questa serata tv è il secondo film di di Andrew Lau (il precedente è Identikit di un delitto), il regista hongkonghese che aprirà Venezia fuori concorso con Legend of the Fist: The reurn of Chen Zhen. Questo The Park è un horror presentato al Sundance e arrivato in Italia in dvd. Muore una bambina sulla ruota di un lunapark che, si scoprirà, è costruito su un luogo maledetto. Gotico d’autore di ottima fama.
Ratataplan, Sky Cinema Italia, h. 22, 40. Chi se lo ricorda più? Eppure allora Ratataplan sembrò segnare la nascita di un autore, Maurizio Nichetti. Fu molto elogiato, questo piccolo film, perché era di una comicità fragile ma gentile, così diversa dalla commedia alla borgatara del periodo (1979). Sopravvalutato.
Ieri, oggi, domani, Sky Cinema Italia h. 0,15. La coppia Mastroianni-Loren al suo massimo splendore in questo film di De Sica che fece il giro del mondo. Oscar come migliore film straniero (allora gli italiani se lo portavano a casa quasi tutti gli anni). Tre episodi, il migliore è quello della Loren prostituta dal cuore d’oro che fa innamorare un seminarista, ma poi fa in modo che torni alla sua vocazione di prete. Leggendario strip di Sofia di fronte a un ululante Mastroianni, scena rifatta telle quelle 30 anni dopo da Robert Altman in Prêt-à-porter, sempre con Loren-Mastroianni (e lei se cavò ancora molto bene).
Kamikazen, ultima notte a Milano, Cult, h. 23.oo. Oscuro e oscurato film di Salvatores del 1987 con tutta la sua banda, da Bisio e Abatantuono a Paolo Rossi e Gigio Alberti. Storia da pazzi scritta da Gino e Michele intorno a sei comici dilettanti della Milano più derelitta, che vengono chiamati a un casting e devono preparare un numero in poche ore. Vien fuori di tutto. Attenzione, c’è Mara Venier pre-televisione, e già questo.
Tempi moderni e Il circo, Sky Cinema Classics, h. 21,00 e h. 22,40. Due film di Chaplin, in versione restaurata, quindi finalmente visibili senza tremolii e ombre. Il capolavoro è il primo, Tempi moderni, sull’uomo ridotto a macchina dagli ingranaggi infernali del taylorismo, l’organizzazione della fabbrica a base di catena di montaggio. In gran parte muto, anche se era già da anni tempo di sonoro (1936).
Verso il sud, Cult, h. 1,00. Una delle migliori proposte della notte tv. Il film di Laurent Cantet che precede La classe, Palma d’oro a Cannes. Questo è su tre signore che vanno a Haiti a ingaggiare come amanti ragazzi locali. Indagine sul turismo sessuale al femminile, su ragazzi che si vendono e signore che acquistano, primo e ultimo mondo visti attraverso la lente del denaro, del desiderio e del potere sessuale. Con Charlotte Rampling, una faccia che è un inno al rifiuto del botox e del bisturi estetico.
Turistas, Rai4, h. 23,55. Attenzione, questo è uno dei migliori e più intelligenti horror degli ultimi anni. L’americano John Stockwell filma un branco di giovani turisti anglofoni (vengono da Uk, Usa, Australia) che finiscono intrappolati nella giungla amzzonica. Anche qui, come in Cantet, primo e ultimo mondo a confronto-scontro. Critica neanche tanto implicita agli usi e cattivi costumi del turismo di massa. Tropici più che mai (alla Lévi-Strauss) tristi. Turistas è un gran bel titolo, di quelli che diventano proverbiali.
Hotel Rwanda, Rai Movie, h. 21,00. Nel 1994, nel Rwanda del grande massacro dei Tutsi a opera degli Hutu, un giusto, uno Schindler africano, riesce a salvare 1200 persone. Un film di produzione Usa che avvince e riporta all’attenzione una delle più grandi tragedie moderne (800mila persone furono uccise a colpi di machete nel giro di una settimana).
Baba Yaga, Rai Movie, h. 23,10. Il primo film, anno 1973, tratto dal fumetto italiano più chic di ogni tempo, Valentina di Guido Crepax. Baba Yaga è la strega che la vorrebbe dominare e nel film, diretto da Corrado Farina, è Carroll Baker. Tentativo italiano di fare del cinema pop, forse un po’ fuori tempo massimo, quando ormai lo schermo di casa nostra era dominato dai Mimì e dai Volontè. Ma il film è ben fatto e col passare del tempo è diventato oggetto di devozione. Tanto che Corrado Farina ha trovato ospitalità per una sua rubrica su Nocturno, rivista di riferimento per i cultori del cinema di genere.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film stasera in tv, stasera in tv, tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (giovedì 12 agosto 2010, terza parte)

  1. Pingback: FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (giovedì 12 agosto 2010, prima parte) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  2. Pingback: FILM STASERA IN TV: il meglio secondo me (giovedì 12 agosto 2010, seconda parte) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.