I FILM STASERA IN TV secondo me. Sabato 14 agosto 2010 (terza parte)

Altre proposte per la sera e la notte in tv, dopo i film già segnalati nei post precedenti (prima e seconda parte). Sono le mie scelte personali, per un quadro completo della programmazione dare un’occhiata al sito MyMovies Guida in tv e a quello di Sky. Ricordo anche che la programmazione potrebbe cambiare.

Maurice, Studio Universal, h. 1,00. Dal romanzo omonimo di Edward M. Forster (l’autore di Passaggio in India) pubblicato postumo del 1971 perché sull’amore tra due ragazzi negli anni ’10, quando l’omosessualità era ancora un reato in Gran Bretagna (do you remember Oscar Wilde?). James Ivory ne cava un film alla Ivory, cioè sempre un po’ troppo leccato e laccato, irreprensible ma come congelato nella sua perfezione formale. Attenzione, in Maurice c’è un giovanissimo Hugh Grant poco più che ventenne nella parte di uno dei due amanti.
Mulholland Drive, Premium Cinema, h. 1,05. Non dirò troppo, perché qualsiasi cosa dica rischio serissime reprimende, se non peggio, dalla schiera dei lynchiani puri e duri che non tollerano, non dico una sfregio, ma la benché minima sbavatura o approssimazione sul loro idolo. Questo è un David Lynch del 2001, quindi già nella sua fasa avanzata, quella in cui butta ogni residua voglia di fare cinema mainstream e se ne frega di ogni coerenza narrativa per levarsi in libertà nella pura visione, o forse delirio. Per i suoi devoti Lynch è il presente, il futuro e il futuro anteriore del cinema. Semplificando, diciamo che Mulholland Drive è uno psycho noir, con una ragazza senza memoria e un’aspirante attrice che si innamora di lei e cerca di aiutarla. Incubi, allucinazioni, fantasmi dal passato e anche dal cinema di una volta. Per gli adepti al culto del maestro, un capolavoro assoluto.
Rue des plaisirs, Premium Cinema Emotion, h. 23,00. Tentativo di lanciare Laetitia Casta al cinema, non molto riuscito. Eppure dirige uno molto bravo come Patrice Leconte (La ragazza sul ponte). Ma qualcosa non funziona, in questo Rue des plaisirs che racconta di una prostituta parigina degli anni ’40 che sogna di diventare stella del variété. Forse è la Casta che, come quasi tutte le supermodel, non riesce a adattarsi a cinema. Pochissime ce l’hanno fatta, tra cui, piaccia o meno, Monica Bellucci.
Identikit di un delitto, Premium Cinema Energy, h. 22,00. Andrew Lau, regista hongkonghese della trilogia-capolavoro Infernal Affairs, va a Hollywod per girare questo film al servizio della star Richard Gere. Che qui è un ruvido detective incaricato di sorvegliare ex detenuti colpevoli di reati sessuali. Sta per passare la mano a una giovane collega, Claire Danes, quando un maniaco entra in azione. Identikit di un delitto ti fa sentire l’odore del male. Lau non si smentisce, ma il film ha poco successo al box office e finisce quasi subito in dvd. Da vedere, anche perché ci si fa un’idea più precisa su Andrew Lau, che sarà a Venezia fuori concorso (uno dei tanti asiatici al Lido) nella serata di apertura con Legend of the Fist: the Return of Chen Zen (ne riparleremo).
Valérie, diario di una ninfomane, Sky Cinema 1, h. 23,00. Titolo infame, ma il film è meglio del suo titolo. Valérie è tratto dal libro autobiografico di una francese cresciuta a Barcellona e ricostruisce la sua iniziazione sessuale a 15 anni e la successiva, spesso compulsiva ricerca di amori. Con la venerabile Geraldine Chaplin nella parte della nonna. Qualcuno ne parla piuttosto bene. Superando lo scoglio del titolo imbarazzante, gli si potrebbe anche dare un’occhiata.

Altre segnalazioni in breve:
Tata Matilda, Sky Cinema Family, h. 0,05. Film con Emma Thompson imbruttita e irriconoscibile come tata che accorre nella solita famiglia disastrata e mette tutto a posto. Sta arrivando il sequel.
The Rock, Sky Cinema Max, h. 21,00. Avventuroso-fracassone con Nicolas Cage e Sean Connery.
Alibi e sospetti, Sky Cinema mania, h. 21,00. Tratto da un Agatha Christie della serie Poirot, ma senza Poirot, eliminato dal regista francese Pascal Bonitzer per non disturbare l’intreccio. Con Caterina Murino. Snob, interessante.
Go, una notte da dimenticare, Sky Cinema Mania, h. 22,40. Commedia di sballati a Las Vegas. Di Doug Liman, il regista di Bourne Identity. Con Sarah Polley, appena vista in Splice.
Il magnifico avventuriero, Sky Cinema Classics, h. 22,55. Western della vecchia Hollywood con Gary Cooper.
Il signore della morte – Halloween II, Cult, h. 1,00. Il seguito del primo, mitico Halloween. Ma qui noin c’è più John Carpenter alla regia.
Chato, MGM, h. 21,00. Western con Bronson mezzosangue.
Ma quando arrivano le ragazze?, Rai Movie, h. 21,oo. Solo per fans di Pupi Avati, tra cui non mi annovero.
Telefoni bianchi, Rai Movie, h. 22,50. Tardo Dino Risi sulla carriera di una ragazza nel cinema del fascio. Interessante, perché su un pezzo di storia del nostro cinema abbastanza rimosso e poco indagato.
Spaghetti a mezzanotte, Iris, h. 21,00. Lino Banfi e Barbara Bouchet diretti da Sergio Martino. Con qualche pretesa in più rispetto alle sexy-commediacce del periodo. Ampiamente sdoganato e rivalutato.
Amleto, Premium Cinema Emotion, h. 0,40. L’imbarazzante Amleto di Zeffirelli con un Mel Gibson clamorosamente miscast e quasi coetaneo di mamma Gertrude/Glenn Close. Però Shakespeare vince sempre e nonostante tutto.
Se scappi ti sposo, Premium Cinema Emotion, h. 21,00. Torna la premiata coppia Richard Gere-Julia Roberts, ma il miracolo di Pretty Woman non si ripete.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film stasera in tv, stasera in tv, tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a I FILM STASERA IN TV secondo me. Sabato 14 agosto 2010 (terza parte)

  1. Pingback: I FILM STASERA IN TV secondo me. Sabato 14 agosto 2010 (seconda parte) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  2. Pingback: I FILM STASERA IN TV secondo me. Sabato 14 agosto 2010 (prima parte) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.