È già corsa all’Oscar. In pole-position l’attrice di “La ragazza che giocava con il fuoco” (ma ci sono anche…)

Il successo americano del film tratto da Stieg Larsson ha portato in primo piano Noomi Rapace, interprete della punk Lisbeth. E a Hollywood si sta già facendo un gran lavoro di lobbying per spingerlo verso l’Oscar che verrà assegnato il prossimo febbraio. Ma dovrà vedersela con altre candidate: Annette Bening, Julianne Moore, Anne Hathaway, Michelle Williams e Natalie Portman. La corsa è ancora lunga

Noomi Rapace è Lisbeth Salander in "La ragazza che giocava con il fuoco"

Noomi Rapace/Lisbeth in un altro momento del film con Michael Nyqvist

Noomi Rapace fuori dal set

Il secondo film della trilogia tratta dai gialli svedesi di Stieg Larsson sta avendo negli Stati Uniti un successo oltre ogni previsione. The Girl With the Dragon Tattoo (in Italia “La raazza che giocava con il fuoco”) ha raggiunto al box-office i 10 milioni di dollari, moltissimo per un Art House movie, perdipiù europeo e perdipiù svedese. Tanto che la Sony ha acquistato i diritti per il remake americano dell’intera trilogia. Le riprese del primo episodio, Uomini che odiano le donne, dovrebbero partire il mese prossimo con David Fincher alla regia e Daniel Craig nella parte del giornalista Mikeal Blomkvist. Mentre è stato piuttosto lungo e laborioso il casting per decidere l’attrice che sarà la punk Lisbeth Salander, interpretata nei film europei dalla straordinaria Noomi Rapace. Ci teneva molto ad avere la parte Emma Watson, che non ne può più evidentemente di Harry Potter. Si sono fatti poi parecchi altri nomi, un vero tourbillon, da Léa Seydoux a Kristen Stewart (Twilight), da Ellen Page (Juno, Inception) all’improbabile Natalie Portman. Finchè la scelta pochi giorni fa è caduta sulla giovanissima Rooney Mara, che proprio con Fincher ha appena girato The Social Network e quindi giocava in casa.

Annette Bening e Julianne Moore in "The kids are all right"

Ma a destare sensazione in America è proprio Noomi Rapace, considerata l’attrice rivelazione dell’anno per la sua performance in La ragazza che giocava col fuoco. E sui siti come Deadline.com si infittiscono i rumors che la danno candidata ai prossimi Oscar di febbraio. La campagna di supporto e promozione sarebbe già incominciata. La lobby che la sostiene vorrebbe farne la nuova Marion Cotillard che, partita da un piccolo film francese come La vie en rose, è riuscita prima a conquistare l’Oscar e poi a entrare in produzioni hollywwodiane di fascia alta come Nine, Public Enemies e, più recentemente, il campione d’incasso Inception.

Anne Hathaway in "Love and other drugs"

Riferisce Nikki Finke di Deadline.com che Noomi recentemente è volata dalla Svezia a Los Angeles dove ha avuto una serie di incontri con produttori, executive delle majors, registi. Pare che la vogliano tutti: per Sherlock Holmes 2 e per Mission Impossible 4. E il suo nome è entrato in altri quattro importanti progetti. Riferisce sempre Finke che chi l’ha incontrata è rimasto piacevolmente sorpreso di ritrovarsi una ragazza carina e sexy, così diversa dal suo punk-role nei film tratti da Larsson.
Michelle Wiliams in "Blue Valentine"Vedremo se tutto questo lavorio sottotraccia porterà davvero Noomi Rapace all’Oscar. Che però ha già altre autorevoli benché non ufficiali candidate. Si parla molto di Annette Bening e Julianne Moore, la coppia lesbica che in The kids are all right si ritrova a che fare con il padre donatore di sperma della loro figlia maggiore. Un film indie che sta avendo negli Usa un successo sensazionale, con quasi 20 milioni di dollari incassati finora. Altre candidature forti: la Anne Hathaway malata di Parkinson in Love and other drugs, che uscirà in novembre in America; la Michelle Williams di Blue Valentine, la Lesley Manville di Another Year di Mike Leigh e la Natalie Portman di Black Swan, il film che sta per aprire la Mostra di Venezia. Ma non è un po’ troppo presto per gli Oscar? Per niente, i giochi sotterranei e non per gli Academy Awards incominciano per tradizione proprio in settembre, al ritorno dalle vacanze. Ci siamo.

Natalie Portman in "Black Swan"

Questa voce è stata pubblicata in attrici, cinema, film, Oscar e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a È già corsa all’Oscar. In pole-position l’attrice di “La ragazza che giocava con il fuoco” (ma ci sono anche…)

  1. Pingback: PREVISIONI OSCAR: la Tilda Swinton di “Io sono l’amore” tra le favorite | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.