Classifica dei FILM STASERA IN TV: dal 20° all’11° posto (sabato 28 agosto)

I miei 20 film della sera e notte televisiva, partendo dal ventesimo posto e salendo fino al vertice. La scelta è personale. Si omettono magari titoli famosi per lasciare il posto ad altri bizzarri o meno consolidati. Avvertenza: si prendono in considerazioni solo i film che incominciano tra le 21.00 e la 1.00. Chi volesse avere la programmazione completa delle varie reti consulti MyMovies Guida in tv e Sky.

20) L’attimo fuggente, Joi, h. 23, 23. O capitano! Mio capitano! Io non l’ho mai amato, che ci posso fare (lo segnalo perché non posso farne a meno). (altre informazioni sul film)
19) L’allenatore nel pallone, Iris, h. 21,00. Banfi-movie dell’84 diretto da Seergio Martino. Oronzo Canà, il ruspante allenatore protagonista, è diventato con il passare del tempo un personaggio di culto, tanto che il dvd è tra i più venduti in Italia. Se n’è fatto perfino un sequel un paio di anni fa. (altre informazioni sul film)
18) Swarm, Jimmy, h. 21,00. Catastrofico del 1978 dell’Irwin Allen coautore con Guillermin dell’Inferno di cristallo. Questo non è allo steso livello ma fa paura comunque con il suo sciame di api inferocite venute dal Brasile che rischiano di mandare in tilt gli Stati Uniti. Ma la cosa commovente e patetica del film è la presenza di vecchie glorie hollywoodiane, Olivia de Havilland, Henry Fonda e il Fred MacMurray della Fiamma del peccato. (altre informazioni sul film)
17) Stregati dalla luna, Rai 4, h. 22,40. Commedia etnica italoamericana di Norman Jewison che allora, 1987, fu un successo clamoroso. La giovane vedova Loretta è promessa a Johnny, ma quando conosce il futuro cognatino Rony cade in amore per lui. Lei è Cher, lui è un ancor giovane, fragrante e sopportabile Nicolas Cage. Cher incredibilmente vinse l’Oscar, e ancora ci si chiede come sia stato possibile, visto quello che poi ha combinato, o meglio non ha combinato, al cinema. Film furbetto, superato. (altre informazioni sul film)
16) Le fond de l’air est rouge, RaiTre (Fuori Orario), h. 24,45. Questa notte di Fuori Orario rientra in un ciclo sul cinema di propaganda. Si parte con questo docu di Chris Marker (La jetée), 3 ore sui momenti più caldi tra anni Sessanta e Settanta, Vietnam, Maggio, morte del Che, ecc. Che dire? A me non vien voglia di vederlo, quel periodo mi basta averlo attraversato e non ne provo nostalgia. Segue Fascismo ordinario di Mikhail Romm. (altre informazioni sui film)
15) Questione di punti di vista, Sky Cinema Mania, h. 23,00. Se non fosse per il rispetto dovuto a Jacques Rivette, nome e nume della Nouvelle Vague, lo scanserei per almeno due motivi: parla di circo (argomento che mi mette addosso una malinconia infinita) e c’è Sergio Castellitto, che non è il mio attore preferito. Ma per fortuna c’è quell’incanto che si chiama Jane Birkin che, unita alla regia di Rivette, potrebbe rendere sopportabile questa storia di Kate che torna nel circo di famiglia e trova la voglia di ricominciare grazie a un misterioso visitatore italiano. Uscito l’anno scorso, non l’ha visto nessuno. Chissà in tv. (altre informazioni sul film)
14) I cento passi, Rai Movie, h. 0,45. Nobile film antimafia di Marco Tullio Giordana, che ricostruisce la storia del ragazzo Peppino Impastato ucciso per odine dei boss perché con la sua radio libera recava disturbo. Il rischio in casi come questi è che dall’autobiografia si scivoli nell’agiografia. Rischio in questo caso non sempre evitato. Il film che ha fatto di Luigi Lo Cascio una quasi star del piccolo cinema italiano. (altre informazioni sul film)
13) Potere assoluto, Premium Cinema Energy, h. 0,55. Non il miglior film di Clint Eastwood, ma pur sempre di Clint Eastwood. Che stavolta dirige se stesso in questo spy-action-poliziesco dal bestseller di David Baldacci. Un ladro si introduce nella solita ricca magione per svaligiare la camera blindata e vede un omicidio che non doveva vedere. C’entra perfino la Casa Bianca. Sarà caccia al ladro testimone, che è Clint, però troppo avanti in età per fare ancora quello che scala muri e scavalca cornicioni. Senile. Diciamo crepuscolare. (altre informazioni sul film)
12) Lezioni di felicità – Odette Toulemonde, Cult, h. 22,30. Tra Amélie e il successivo Happy-go-lucky di Mike Leigh. Anche qui una donna portatrice sana del virus dell’ottimismo e della felicità, che riesce a contagiare un depresso scrittore di cui è lettrice fedele nonché grande ammiratrice. Detta così, sembra una storia da buttare nella spazzatura. Ma il film (francese) riscatta l’eccesso zuccherino con una certa classe e finezza, anche perché il regista è quell’abile commediografo che risponde al nome di Eric-Emmanuel Schmitt, che già ci aveva dato il buon Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano. (altre informazioni sul film)
11) Baby Mama, Premium Cinema Emotion, h. 21,oo. Con la bravissima star di 30 Rock, Tina Fey, che da sola regge il film e lo rende quasi sopportabile. Commedia metropolitana con la solita donna molto in carriera che non riesce a rimanere incinta ma vuole a tutti i costi un figlio. Si rivolge a un’agenzia specializzata in uteri in affitto, gestita da una strepitosa Sigourney Weaver, che le trova una ragazza povera e sballata disposta a farle da madre surrogatoria (scusate l’orrida parola, ma si dice così). La manager se la porta a casa per sorvegliare la gravidanza, le due convivivono, si conoscono, diventano via via complici. Finirà con un doppio colpo di scena. Uno dei primi tentativi (Baby Mama è del 2008) di fare commedia sulla fecondazione assistita, anzi, come si diceva una volta più brutalmente ma più onestamente, sulla fecondazione in provetta. Però non funziona. La sgradevolezza del tema non viene smussata dai toni brillanti. Come si puà simpatizzare, nonostante la bavura di Tina Fey, con una stronza che ricorre all’utero in affitto? Che la materia non funzioni al cinema lo dimostra anche il recentissimo, appena uscito negli Usa, The Switch con Jennifer Aniston, anche questa una commedia su provette, donatori di sperma, equivoci ecc. Il pubblico a una settimana dall’uscita sta rispondendo male, molto al di sotto delle attese. La fecondazione assistita al cinema meglio lasciarla da parte. Però Baby Mama merita la visione, perché come pochi altri film riesce a essere un segno dei tempi. (altre informazioni sul film)

Fine prima parte. I film dalla decima alla prima posizione li trovate nel post successivo.


Questa voce è stata pubblicata in film, film stasera in tv, stasera in tv, tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Classifica dei FILM STASERA IN TV: dal 20° all’11° posto (sabato 28 agosto)

  1. Pingback: FILM STASERA IN TV, la Top 10 (sabato 28 agosto) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

  2. Pingback: FILM STASERA IN TV: gli imperdibili 10 (lunedì 13 dicembre) | NUOVO CINEMA LOCATELLI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.