FILM STASERA IN TV: gli imperdibili 10 (venerdì 24 dicembre)

BUONA NOTTE DI NATALE A TUTTI (i film in tv non si fermano)
I migliori dieci film della sera e della notte tv: la scelta è personale. Per vedere la programmazione completa delle varie reti, consultare Film.tv.it. Si prendono in considerazioni solo i film che incominciano tra le 21.00 e la 1.0o. Attenzione, la programmazione potrebbe cambiare (prima di vedere un film è meglio controllare, sempre su Film.tv.it, la sua presenza in palinsesto). Buona visione.
La scritta FREE indica i film trasmessi da canali non a pagamento.

IMPERDIBILI (dal 1° al 10° posto)
1. La vita è meravigliosa
, Sky Cinema Classics, h. 21,00.
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=vk09cb2uwUs&fs=1&hl=it_IT]
2. Lo spirito dell’alveare, Rai Tre, h. 1,00. FREE
3. E.T. L’extraterrestre, Premium Cinema, h. 0,45.
4. Nine, Premium Cinema, h. 21,00.
5. Hollywood Party, Sky Cinema Classics, h. 23,20.
6. Come rubare un milione di dollari e vivere felici, Cult, h. 0,55.
7. La pantera rosa, MGM Channel, h. 21,00; Uno sparo nel buio, MGM Channel, h. 22,55.
8. A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare, Iris, h. 22,50. FREE
9. Babbo Bastardo, Italia 1, h. 23,35. FREE
10. The Reader – A voce alta
, Sky Cinema Hits, h. 0,50.
Commento:
1. La vita è meravigliosa. Del 1946, ma a tutt’oggi il più bel film di Natale che si possa vedere. Uno dei non molti casi in cui i buoni sentimenti hanno prodotto un grande film. George è in un mare di guai e sta per saltar giù da un ponte, ma un angelo lo ferma. Quel che segue è la storia di una risalita alla vita e un inno alla positività e all’ottimismo. Finale indimenticabile sotto l’albero. Meraviglioso James Stewart. Capolavoro di Frank Capra. Anzi, capolavoro tout-court.
2. Lo spirito dell’alveare. Storico film spagnolo del 1973. Storico, perché segna una rupture nella grigia cinematografia del franchismo. Il regista Victor Erice – un outsider che dopo questo avrebbe girato due film soltanto – mette in scena una storia ambientata nel 1940, a guerra civile conclusa da non molto. Una ragazzina che ha appena visto al cinema Frankenstein e si è commossa per la povera creatura mostruosa, pensa di rivederla in un repubblicano fuggitivo. Film di culto, ma di culto vero. Rarissimo. Indispensabile per ogni cinefilo. Lo trasmette naturalmente l’ottimo Enrico Ghezzi nell’ambito di Fuori Orario.
3. E.T. L’extraterrestre. Giustamente trasmesso in questa notte di Natale, perché raramente il cinema è riuscito a raccontare con altrettanta grazia una favola. Il piccolo alieno smarrito sulla terra e che invoca la sua casa oltre lo spazio è un’immagine che non si dimentica e si inscrive tra le grandi invenzioni fantastiche di Hollywood (e non soltanto). Vertice assoluto di Steven Spielberg, che qui traduce in leggerezza e commozione tutte le ossessioni sull’abbandono e la solitudine di tanto suo cinema.
4. Nine. Il musical diretto da Rob Marshall (Chicago) e tratto da 8 e mezzo di Fellini è stato il grande flop dell’anno scorso. Ma un visione e una revisione, almeno in tv, le merita. Difetto: Daniel Day Lewis è antipatico, anzi odioso, e nemmeno per un secondo ti viene voglia di stare dalla sua parte, e poi i dolori, le depressioni e le doppiezze del protagonista, regista-star anni Sessanta, oggi ci appaiono insopportabili e soprattutto improbabili. Però parecchi numeri musicali (uno per ogni donna del protagonista) sono fantastici, in testa quelli di Fergie e di Kate Hudson. Penelope Cruz riesce a non far rimpiangere Sandra Milo in Otto e mezzo, ed era una missione quasi impossibile. L’Italia del boom e della dolce vita, così come ce la mostra il film, forse non è mai esistita davvero, ma che importa, Nine è sui miti e le leggende create dal cinema, non sul reale. Un film molto meno brutto di come lo si è dipinto.
5. Hollywood Party. Uno dei vertici del recentemente scomparso Blake Edwards. Slapstick comedy che antologizza le gag gloriose del cinema muto con un Peter Sellers attore indiano (nel senso dell’India asiatica) che come un alieno finisce in un party hollywoodiano e con la sua goffaggine diventa un ciclone distruttore. Film dai tempi perfetti, inossidabile, che non mostra una ruga benché risalga al 1968. Pietra miliare della commedia surreale e non solo.
6. Come rubare un milione di dollari e vivere felici. Non la si vede molto in tv, questa commedia giallo-rosa con la magnifica coppia Audrey Hepburn-Peter O’Toole. Siamo negli anni Sessanta prima di ogmni contestazione e rivoluzione, quando ancora Hollywood poteva permettersi di trattare il frivolo con la massima serietà. Storia di un falsario, di una figlia che gli è devota e di un ladro che poi non è così ladro. Il tutto ruota intorno a una statua da un milione di dollari (di allora, 1966). Un film alla Stanley Donen, ma stranamente affidato al William Wyler di Ben-Hur. Audrey Hepburn è in Givenchy: da lustrarsi gli occhi.
7. La pantera rosa e Uno sparo nel buio: il primo e il secondo della serie di film con l’imbranato, incantevole Ispettore Clouseau di Peter Sellers. Che anche qui sotto la direzione di Blake Edwards crea un personaggio indimenticabile, quasi una figurina bidimensionale da cartoon (Preter Sellers aveva il dono meraviglioso di regalarci la perfezione della superficialità, la negazione di ogni malinconica profondità, di ogni tormento interiore). Continuo a ritenere il primo episodio il migliore, anche grazie alla presenza per me magica di Claudia Cardinale.
8. A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare . Film del talentuoso anche se contorto Richard Linklater (Prima dell’alba, Scuola di rock). Che qui, come già nel precedente Waking Life, filma attori in carne e ossa (Keanu Reeves, Robert Downey jr, Winona Ryder) e poi li trasforma in creature digitali. Affascinante tecnica, anche se lambiccata e complicata, stavolta applicata a una storia tratta da Philip Dick. Ne esce un incubo cupissimo in cui la  tecnologia permette di dar corpo ai mostri peggiori e alle più estreme visioni. Da amare o odiare. Troppo programmatico per diventare davvero quel capolavoro che in tutta evidenza aspira a essere, A Scanner Darkly resta comunque uno spettacolo raro. Strana scelta di palinsesto per la notte di Natale.
9. Babbo bastardo. Contro la caramellosità sotto l’albero, un film cattivista con un Babbo Natale (che è Billy Bob Thornton) carogna, un tipo che ruba, grufola e si rotola nei peggiori vizi. Lui in realtà è un ladro che con un complice ha l’abitudine a Natale di introdursi mascherato da Santa Claus nei grandi magazzini e svaligiarli. Naturalmente la commedia si rivelerà poi, se non buonista e melensa, molto meno cattiva delle sue premesse iniziali.
10. The Reader – A voce alta . Il film che, dopo svariate e infruttuose nomination, ha finalmente procurato un paio di anni fa a Kate Wisnlet l’Oscar come miglior attrice protagonista. Nelle Germania postbellica una donna del popolo incontra un ragazzo, se lo porta a casa, ne diventa l’amante. Ma ne fa anche il suo lettore, colui che, a lei analfabeta, deve trasmettere la cultura dei libri che lui conosce. Emergerà poi il passato della donna, e sarà per il ragazzo diventato intanto uomo una scoperta sconvolgente. Non è molto piaciuto, qui in Italia. Film forse convenzionale, ma tra i pochi a cogliere lo smarrimento e i sensi di colpa e la voglia di dimenticare della Germania post nazista. Quel groviglio di pulsioni che raramente si è visto al cinema (penso a I sequestrati di Altona di De Sica). Per questo The Reader va visto.

CONSIGLIATI (dall’11° al 20° posto)
11. Eliminate Smoocky
, Premium Cinema Energy, h. 22,35.
12. Nativity
, Rai Movie, h. 21,00. FREE
13. U2 Rattle and Hum, MTV, h. 21,00.
14. Matrimonio all’italiana, Sky Cinema Italia, h. 0,20.
15. L’aereo più pazzo del mondo, Sky Cinema Mania, h. 22,45.
16. Hachiko, il tuo migliore amico, Sky Cinema 1, h. 21,00.
17. Il laureato
, Studio Universal, h. 0,55.
18. Il nipote picchiatello, Studio Universal, h. 23,05.
19. Chéri
, Sky Cinema Mania, h. 0,20.
20. Zohan
, Cielo, h. 23,00.
Commento: Una commedia acida e abrasiva di Danny De Vito sul dietro le quinte di una trasmissione tv per bambini (Eliminate Smoocky); la storia di Maria e Giuseppe e del loro viaggio verso Betlemme nella più recente versione cinematografica, quella firmata da Catherine Hardwicke, la regista di Twilight (Nativity); la cronaca di uno dei più famosi tour degli U2 (Rattle and Hum); un commoventissimo film con Richard Gere, su un cane fedele al suo padrone anche quando questo non c’è più: perfetto per le lacrime sotto l’albero (Hachiko). Per saperne di più di ogni film, cliccare il relativo link.

INTERESSANTI (dal 21° al 30° posto)
21. Neverland – Un sogno per la vita
, Joi, h. 21,00.
22. Ong-bak – Nato per combattere, Rai 4, h. 0,40. FREE
23. Il Natale di Poirot, Hallmark, h. 21,00.
24. Ballando con uno sconosciuto, Rai Movie, h. 0,25. FREE
25. Un giorno perfetto, Retequattro, h. 0,45. FREE
26. Oggi sposi, Sky Cinema 1, h. 0,55.
27. Una poltrona per due, Italia 1, h. 21,10. FREE
28. The Twilight Saga: New Moon, Sky Cinema 1, h. 22,40.
29. Anche i dottori ce l’hanno, MGM Channel, h. 0,40.
30. Becoming Jane, Premium Cinema Emotion, h. 0,50.
Commento: Storia dell’uomo che inventò Peter Pan: lo interpreta Johnny Depp (Neverland); un divertente film a episodi di Luca Lucini sul matrimonio degli italiani (Oggi sposi); un action thailandese molto amato dai fan del genere (Ong-Bak); un classico di John Landis, quando ancora era un regista che ci sapeva divertire (Una poltrona per due). Per saperne di più di ogmni film, cliccare sul link relativo.

Questa voce è stata pubblicata in Container. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.