LIBIA. Nessuno protesta in Italia contro Gheddafi?

a latere (tutto quello che non è cinema in questo blog di cinema)

No dico, siamo abituati in questo paese a manifestazioni oceaniche, ogni occasione è buona per mobilitare i soliti indignati e riempire le piazze. Stavolta niente, neanche uno striscione, una protesta, un sit-in di quelli che non si negano a nessuno. In una parte del mondo che è molto vicina alla nostra, a due passi da Lampedusa e coste sicule, su quella quarta sponda che un tempo parlava (anche) italiano, in Libia insomma, un abominevole colonnello dai capelli e baffi ignominiosamente tinti che ha scambiato il paese suo per una proprietà privata, sguinzaglia milizie e mercenari perché mitraglino la gente che non ne può più (giustamente, sacrosantamente) di lui. Fa cose inaudite, che neanche il peggior Saddam, come far volare i caccia sopra la piazza in rivolta e bombardarle. Centinaia e centinaia di morti, un massacro da far impallidire il ricordo dei pur tanti ragazzi che ci hanno rimesso la pelle nelle proteste di Tunisia e Egitto. E qui dalle nostre parti niente. Qualche libico si è radunato davanti all’ambasciata a Roma, ma poveretti fanno quel poco che possono, e sono da soli, abbandonati. Il resto è silenzio.
Ma il perché lo sappiamo fin troppo bene, inutile chiederselo, tanto la risposta è nota. Qui ci si indigna e si protesta solo quando c’è da prendersela con l’America e, in subordine, con Israele (poi c’è la faccenda Berlusconi, ma quello fa caso a sè, e non entriamo nel merito, per carità). Altrimenti tutti a casa e a fare lo shopping, che tanto Gheddafi mica è un servo dell’America e non vale la pena perdere tempo. Giusto?

Questa voce è stata pubblicata in a latere e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LIBIA. Nessuno protesta in Italia contro Gheddafi?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.