FREE! Il meglio dei film di stasera sulle tv no-pay (mercoledì 2 marzo)

I migliori film trasmessi dalle tv non a pagamento questa sera tra le 21.00 e la 1.00. In un altro post, trovate invece la Top Ten dei film trasmessi da tutte le reti, a pagamento e non a pagamento. La scelta è personale. Per avere la visione completa dei film in onda consultare Film.tv.it.

1. La banda Baader-Meinhof, Rai4, h. 21,10.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=o9z1UWakA9Q&w=640&h=390]
2. Rambo, Retequattro, h. 21,10.
3. L’importanza di chiamarsi Ernest, Iris, h. 21,00.
4. Operazione Valchiria
, RaiUno, h. 21,10.
5. Venezia, la luna e tu, Rai Movie, h. 21,00.
6. Il console onorario
, Rai Movie, h. 0,40.
7. The Constant Gardener – La cospirazione
, Rai Movie, h. 22,40.
8. Best, Iris, h. 22,45.
Commento
1. La banda Baader-Meinhof, Rai4, h. 21,10. La banda di terroristi anticapitale più famosa della Germania e non solo. Gli anni Settanta più tosti e plumbei ricostruiti da questo film tedesco del 2008 (dirige con mano sicura Uli Edel), per fortuna più vicino all’action movie e al poliziottesco che al cliché del cinema politico. Ne vien fuori un prodotto avvincente, oltre che un utile ripasso dei tristi eventi. Da non perdere.
2. Rambo, Retequattro, h. 21,10 . Chissà perché viene considerato il paradigma stesso del cinema fascio-reazionario-macho-muscolare-viriloide, e il povero Stallone dileggiato come un minus habens gonfiamuscoli. Rambo è invece un bellissimo film e un film epocale, e il suo protagonista un eroe anarco-popolare di enorme potenza e impatto. Rambo, che si ribella alle vessazioni, scappa e tiene testa a chi gli sta dando la caccia grazie alle strategie di sopravvivenza apprese nella giungla vietnamita, è un uomo solo contro tutti che lotta disperatamente per salvare la dignità e la pelle. Come si fa a non stare dalla sua parte, a non identificarsi in lui? Dice, ma è un fascio-reazionario-reaganiano. Suvvia, Rambo è un eroe proletario, un reduce dalla sporca guerra vietnamita che rappresenta l’America bianca più profonda, povera e derelitta, quella che sprezzantemente viene liquidata come white trash. Ormai fa parte della mitologia contemporanea, cosa volete che siano le misere etichette ideologiche e politiche con cui si cerca di deturparlo. Vero, poi il personaggio nei vari sequel si imbastardirà e si ridurrà a una torva e ottusa macchina da guerra. Ma questo primo e fondativo episodio (diretto da Ted Kotcheff nel 1982) è una pietra miliare del cinema popolare. Io lo adoro.
3. L’importanza di chiamarsi Ernest, Iris, h. 21,00. Sono più di uno i motivi per vederlo. Innnanzitutto c’è il neo premio Oscar Colin Firth, solido professionista dalle prestazioni sempre impeccabili. Poi si tratta pur sempre di Oscar Wilde, anche se il  regista Oliver Parker tende un po’ troppo al classico period movie di marca british con le sue belle tappezzerie, i pizzi, le tazzine e quant’altro (qui poi siammo in era vittoriana, figuriamoci il tripudio di chincaglierie). Ma i dialoghi sono acuminati, il senso di Wilde per lo spettacolo e per lo humor e la perfidia assolutamente sensazionale, dunque perché perderselo? La storia dei due Ernesti e della donna che vuole sposare un uomo che abbia quel nome è stravagante e incantevole la sua parte. È anche una storia di intrighi, camuffameneti e ipocrisie, come spesso in Wilde, beffarda e tagliente. Ottimo cast, ovviamente. Oltre a Firth, Rupert Everett, l’americana in trasferta inglese Reese Witherspoon e Dame Judi Dench.
4. Operazione Valchiria, RaiUno, h. 21,10. Megaproduzione con Tom Cruise che ricostruisce il fallito attentato a Hitler organizzato dallo junker Claus von Stauffenberg. Parziale insuccesso (120 milioni l’incasso totale del film nel mondo che, tenendo conto delle ambizioni di partenza e della presenza di Cruise, è poco). Lavorazione funestata da incidenti e polemiche. Operazione Valchiria è a suo modo un film maudit. Da vedere, anche perché il regista è Bryan Singer, quello dei Soliti sospetti, autore di sensibilità rara.
5. Venezia, la luna e tu, Rai Movie, h. 21,00. Due anni dopo Poveri ma belli Dino Risi rifà (anno 1958) una commedia popolare di picoli amori e piccoli tradimenti e fraintendimenti, ma stavolta a Venezia e non più a Trastevere. Tra calli e canali, Alberto Sordi gondoliere è il fidanzato di Marisa Allasio, la pettoruta star di Poveri ma belli, ma fa un po’ troppo il civettone con le tante turiste straniere in gondola. Lei piccata guarda altrove, a un Nino Manfredi che non vede l’ora. Mano sicura e leggera di Risi, Sordi & Manfredi che si preparano a diventare i campioni della grande commedia all’italiana.
6. Il console onorario, Rai Movie, h. 0,40. Una di quelle storie di Graham Greene ambientate in una landa sperduta dell’America latina, tra violenze politiche, inglesi alla deriva ma non privi di dignità, desolazione sociale. Qui ci sono un medico yankee (Richard Gere), un console inglese ubriacone (Michael Caine, chi se no?), una prostituta più un gruppo di guerriglieri che organizzano un rapimento ma sbagliano l’obiettivo. Sarà dramma, ovvio. Un film del 1983 che andò malissimo, ma che io ricordo essere niente male, con quel misto di peccato, redenzione e martirio molto alla Greene. Assolutamente inattuale, solo per cultori.
7. The Constant Gardener – La cospirazione, Rai Movie, h. 22,40. Un film di denuncia delle malefatte di Big Pharma in Africa tratto da un romanzo-pamphlet di John Le Carré: procurò l’Oscar come migliore attrice non protagonista alla bellissima Rachel Weisz (che da sola merita la visione). C’è anche Ralph Finnies.
8. Best, Iris, h. 22,45. Biopic del 2000 di George Best, genio e soprattutto sregolateza del pallone, uno dei più talentuosi calciatori di sempre che fece impazzire l’Inghilterra degli anni Sessanta per poi perdersi in una deriva senza fine di alcol, notti folli e varie debosce. Una parabola di ascesa e successiva caduta negli abissi non nuova al cinema, ma che ha il sapore della vita vera. Grandissima colonna sonora con la musica d’epoca.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, stasera in tv, tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.