FILM STASERA IN TV: gli imperdibili 10 (lunedì 4 luglio 2011)

I migliori film della sera e della notte tv: la scelta è personale. Per la programmazione completa delle varie reti, consultare MyMovies Tv. Si prendono in considerazione solo i film che incominciano tra le 21.00 e la 1.00. Attenzione, la programmazione potrebbe cambiare. Buona visione.
La scritta FREE indica i canali non a pagamento.

1. The School of Rock, Sky Cinema Comedy, h. 22,40.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=tlDf3l02kH0&w=425&h=349]
Aspirante rockstar, che è poi Jack Black nel ruolo della sua vita, frustrato dall’insuccesso finisce a insegnare in una scuola e si mette in testa di trasformare la scolaresca in una rockband e farla partecipare a un contest. Probabilmente il maggior successo dell’intellettuale regista Richard Linklater (Prima dell’alba), qui alle prese con un film più popolare che gli è riuscito molto bene. Amato negli Usa, in Europa non ha avuto lo stesso impatto. Eppure è travolgente, con i suoi omaggi alle rockband storiche come AC/DC, The Who e Led Zeppelin.

2. Three Kings, Premium Cinema Energy, h. 0,45.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=OyR5bk4_pHk&w=425&h=349]
Uno dei pochi film sulla Guerra del Golfo. Tre marines (George Clooney, Mark Wahlberg e, abbastanza sorprendente, il futuro regista nonché compagno di Sofia Coppola Spike Jonze) pensano di aver trovato la mappa che li condurrà al tesoro di Saddam Hussein e si addentrano a guerra finita in territorio irakeno. Goliardismi alla MASH mescolati all’adrenalina dell’action e del war movie. Three Kings fu uno dei primi film di Clooney dopo il successo di E.R. Buon successo in America, non ebbe molta fortuna da noi. Il film è entrato poi nel cono d’ombra per via dello scandalo suscitato dalla rivelazione (da parte dello stesso regista) che sul set si era ricorsi a veri cadaveri. Così TK fu coperto da quel marchio d’infamia e O’Russell si inabissò in un buco nero professionale, da cui è uscito solo l’anno scorso dirigendo il magnifico The Fighter (Oscar per Christian Bale). Un notevole regista finalmente ritrovato. E proprio The Fighter fa venir voglia di ripescare e rivedere questo Three Kings al di là delle polemiche.

3. Milano calibro 9, Cult, h. 23,10.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=hXd74Vk8n-0&w=425&h=349]
Vertice del cinema di Fernando Di Leo, il più sofisticato e colto dei nostri registi di poliziotteschi. Ma sarebbe meglio dire noir. Tarantino ha detto di lui cose meravigliose e ormai Di Leo è considerato il nostro Jean-Pierre Melville. Quello che lo rendeva diverso dagli altri registi di genere del periodo era la cura formale, il gusto dell’inquadratura, la sapienza dei movimenti di macchina. Questo suo classico è del 1972 ed è tratto da uno dei gialli milanesi di Giorgio Scerbanenco. Da vedere, davvero.

4. Maria full of grace, Rai Movie, h. 22,50. FREE
Film colombiano del 2004 che sfondò alla grande sul mercato nordamericano, con plurime candidature a tutti i premi possibili, e impose la sua protagonista Catalina Sandino Moreno. Odissea, ma sarebbe meglio dire via crucis, di una diciassettenne colombiana rimasta incinta che, per trovare un po’ di soldi e togliersi dalla miseria, accetta di trasportare ovuli di cocaina in pancia negli Stati Uniti. Non è che l’inizio di un fosco dramma (con accenti anche di melodramma) che ci mostra scene e retroscena del narcotraffico. Esemplare e didascalico, e forse, nonostante la sua indubbia efficacia, sta in questa sua programmaticità il suo limite. Meritevole comunque di una visione.
5. La conversazione
, Sky Cinema Classics, h. 1,00.
Un Coppola del periodo aureo, girato nel 1974 dopo Il padrino e prima di Apocalyspe Now, e vincitore della Palma d’oro a Cannes. Piccolo film, se confrontato ad altri suoi di maggior impegno produttivo. Ma anche con un piccolo budget Coppola sa essere grandioso e epico, con la sua capacità magistrale di trasformare in racconto anche il minimo dettaglio. Qui c’è un detective incaricato di sorvegliare e intercettare i movimenti di una coppia. Resterà coinvolto man mano nella vicenda, fino a una soluzione imprevista. Gene Hackman è l’investigatore, e le sue sedute all’apparato di intercettazione anticipano e ricordano quelle del film tedesco La vita degli altri (e anche The Tourist). Coppola dichiarò di essersi ispirato a Blow-up di Antonioni.
6. Cerco il mio amore, Studio Universal, h. 21,15.
Tuffo nella Golden Era di Hollywood: un film del 1934 con la coppia danzante Fred Astaire-Ginger Rogers. Trama che è un pretesto per inanellare numeri ballerini di inarrivabile eleganza. Una della canzoni è nientemeno che l’immortale, coleporteriana Night and Day. Un incanto: che altro dire? Visto oggi, sembra un ufo venuto da un altro spazio-tempo (e non è un complimento per questi nostri tempi).
7. Carlito’s Way
, Sky Cinema Max, h. 21,00.
Si ricompone nel 1992 la gran coppia di Scarface con Brian De Palma alla regia e Al Pacino mattatore. Ma se quel film era l’ascesa arrembante di un boss, questo ne è l’altra faccia, il tramonto malinconico di un uomo che del crimine ha fatto il suo mestiere e la sua vita e che adesso vorrebbe dire basta. Carlito esce dal carcere, vuole mollare tutto e ritirarsi ai Caraibi, ma, come sempre nel noir, la voglia di ritirarsi dal giro non riesce mai a realizzarsi, anzi porta sempre un sacco di guai. Così è anche per Carlito, che si ritrova coinvolto in un brutto affare. Non siamo al livello di Scarface (non c’è la belluina energia di quel film), ma Carlito’s Way è un’opera alta e rispettabile di un maestro come Brian De Palma. Pacino è ai suoi livelli massimi e, attenzione, c’è un emergente e ancora giovane Sean Penn.
8. Wanted – Scegli il tuo destino, Joi, h. 21,15.
Un Angelina Jolie-movie del 2008, ottimo incasso in patria (135 milioni di dollari) e worldwide (350 milioni), ma scarsamente amato in Italia. Peccato. Trattasi di un action movie con un piede, anzi due, nel fantastico, girato con gran senso dello spettacolo e ritmo vertiginoso e ottime invenzioni visive dal brillante russo Timur Bekmambetov, reduce dall’enorme successo in patria di I guardiani della notte e I Guardiani del giorno. Ne esce un film adrenalinico-ipercinetico con abbondanti dosi di visionarietà che lo rendono tutt’altro che banale. Un ragazzo di assoluta timidezza e sfigataggine (James McAvoy) diventa un altro quando entra in contatto con la pistolera Fox (Jolie, of course), che lo introdurrà in una misteriosa setta criminale e farà di lui un uomo vero. Rozzo e schematico, ma lo spettacolo è qua e là possente.
9. La fortezza
, Steel, h. 23,00.
Horror 1983 su strane presenze in una fortezza rumena (rumena!) presidio nazista durante la seconda guerra mondiale. La cosa interessante di La fortezza è che il regista è Michael Mann, poco più che esordiente, che con i successivi film (Manhunter, Collateral, The Heat, Public Enemies ecc.) sarebbe diventato uno dei nomi più rispettati del cinema americano. Proposta intelligente dai palinsesti, molto cinefiliaca.
10 ex aequo. Amore, bugie e calcetto, Canale 5, h. 21,10. FREE
Uno dei primi titoli dell’attuale, poderosa (almeno come risultati al box office) Renaissance della commedia italiana, quella per dire dei vari Manuali d’amore, Benvenuti al Sud, Immaturi, Una bella giornata ecc. che l’ha finalmente portata fuori dall’abisso del cinepanettonismo e del tardo-vanzinismo (cioè non i Vanzina, ma i loro epigoni degeneri, Neri Parenti, Oldoini ecc.). Qui dirige Luca Lucini, uno dei nomi storici di questo cambiamento insieme a Veronesi, Brizzi, Miniero, Carteni. Anche se il vero autore qui è probabilmente lo sceneggiatore Fabio Bonifacci, uno dei meglio in circolazione (suoi anche gli script di Diverso da chi? e Oggi sposi, quest’ultimo in onda su Sky Cinema 1 alle 23.20). Amore, bugie e calcetto mette in campo un pugno di amici che si ritrovano per giocare a pallone, tra piccoli grandi problemi esistenziali e inevitabili incompresnioni con le donne. Con Claudio Bisio, un bravissimo Filippo Nigro e Claudia Pandolfi.
10 ex aequo. Ultimo tango a Parigi
, Sky Cinema Classics, h. 22,45.
È invecchiato male, il più celebre film di Bertolucci, e anche il maggior successo del cinema italiano di tutti i tempi. Quel lugubre connubio di amore e morte in uno sfitto appartamento parigino oscilla pericolosamente tra sublime e ridicolo, avvicinandosi più al secondo polo che al primo. Resta Marlon Brando, resta Maria Schneider.

Ancora
11. Oggi sposi, Sky Cinema 1, h. 23,20.
Il matrimonio oggi in Italia in un film-commedia a episodi diretto da Luca Lucini, con Luca Argentero e Michele Placido.
12. The Twilight Saga – Eclipse
, Sky Cinema 1, h. 21,10.
La terza puntata della non infame (anzi) saga del vampiro gentile Robert Pattinson.
13. Baarìa
, Sky Cinema Hits, h. 21,10.
Grandioso omaggio di Tornatore alla sua Bagheria.
14. 7 cadaveri per Scotland Yard
, Iris, h. 22,55. FREE
Thriller spagnolo (e anche un po’ italiano) anni Settanta su efferati delitti di un nuovo Jack Lo Squartatore: Renzo Montagnani è il detective!
15. Il mistero della pietra magica, Premium Cinema, h. 21,15.
Ragazzinesco magico-fantasy diretto da Robert Rodriguez, amico e sodale di Tarantino.
16. Il furore della Cina colpisce ancora
, Sky Cinema Classics, h. 21,00.
Uno dei pochi, veri Bruce Lee-movie: per i cultori del suo mito.
17. Fino all’ultimo respiro
, Sky Cinema Passion, h. 0,35.
Remake anni Ottanta, non molto riuscito, del godardiano Fino all’ultimo respiro, con un Richard Gere di trionfante fisicità nel ruolo che fu di Belmondo.
18. Rain Man
, Studio Universal, h. 23,10.
Dustin Hoffman nella parte di fratello autistico di Tom Cruise si portò a casa l’Oscar.
19. Capitalism: a love story
, Cult, h. 21,00.
Stavolta Michael Moore si mette in testa di spiegarci addirittura la crisi finanziaria globale e di com’è cattivo il capitalismo. Mah.
20. La rivincita di Natale, Iris, h. 21,05. FREE
Sequel del 2004, sempre firmato Pupi Avati, di uno dei suoi maggiori successi, Regalo di Natale.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.