Festival di Locarno: recensione di ‘Dernière Séance’

Dernière Séance
regia: Laurent Achard. Interpreti: Pascal Cervo, Austin Morel, Karole Rocher, Mireille Roussel, Noël Simsolo, Charlotte van Kemmel. Francia. Sezione Concorso internazionale.
Dopo tanti film che nun se possono proprio guarda’, come si dice dalle parti del Colosseo, eccone uno qui a Locarno finalmente costruito con una storia degna di questo nome e in grado di non scontentare lo spettatore che eventualmente dovesse staccare il biglietto. E scusate se è poco. Film di genere e di molti generi, questo Dernière Séance, ma sempre a modo suo. Dunque, in una sala ormai prossima alla definitiva chiusura (gli spettatori per i film d’essai, che son quelli proiettati lì, ormai latitano) dove si dà French Cancan di Jean Renoir, il proiezionista-cassiere-tuttofare Sylvain consuma le sue passioni estreme. Che sono da una parte la cinefilia, dall’altra l’uccisione di sconosciute con successivo stacco chirurgico di un orecchio. Un serial killer pazzo per le grandi dive del passato e ossessionato dal ricordo di mamma, due cose che naturalmente molto c’entrano con la sua mania omicida. Benissimo scritto, costruito e girato, il che è molto di questi tempi di altissime ambizioni e scarso mestiere. Dernière Séance, L’ultimo spettacolo, evita abilmente anche le secche della ripetitività, che è spesso il limite dei film con assassini seriali (per l’appunto). Anche piuttosto camp: quando in un film ci sono le foto di Bette Davis, Joan Crawford, Marlene Dietrich e Anna Magnani – e qui ci sono tutte, e molte altre ancora – il marchio camp non glielo toglie nessuno. Citazioni a valanga, ovviamente, da Psyco a Il fantasma del palcoscenico di De Palma a Goodbye Dragon Inn di Tsai Ming-Liang. Alla proiezione per i giornalisti non è piaciuto granchè, molti hanno storto il naso, niente applausi. Ma si sa, i film di genere ai festival, sacrari dell’arte filmica, non sono mai molto amati.

Questa voce è stata pubblicata in cinema e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.