Venezia. La Mostra del Cinema in 100 foto d’autore

Ormai ci siamo. Il 31 agosto parte ufficialmente la 68esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, la madre di tutti i cinefestival, che anche stavolta si situa a livelli di eccellenza assoluta. Film in concorso molto attesi (Polanski, Cronenberg, Sokurov, Solondz…) e altre sezioni, tra cui va segnalata almeno (almeno!) Orizzonti, dedicata al cinema di oggi che è già quello di domani.
Per entrare nel clima della Mostra, un libro che ripercorre la sua storia, i suoi anni magnifici, nato dalla collaborzione di due donne, la fotografa Giovanna Dal Magro e la crtitica e storica dell’arte Anna Paola Zugni-Tauro. Venezia. I cento scatti al Festival del Cinema (ed. Studio LT2) raccoglie 100 tra le infinite immagini scattate da Giovanna Dal Magro nelle molte edizioni cui ha partecipato. Un racconto visivo che ci incanta con gli attori, gli autori, gli artisti, gli ospiti illustri che hanno fatto grande la Mostra, la biografia di una manifestazione che ha una storia, un’anima, un’identità inconfondibili, e appartiene a Venezia e alla stessa storia culturale del nostro paese. Il testo di Zugni-Tauro parla delle origini della mabifestazione, dei suoi sviluppi, dei suoi padri fondatori e di chi l’ha man mano portata a essere quello che è, e non dimentica il Lido e le sue strutture, che sono da sempre l’habitat, la nicchia ecologica in cui la Mostra vive.

Venezia. I cento scatti al Festival del Cinema. Foto di Giovanna Dal Magro, testo di Anna Paola Zugni-Tauro. Editore Studio LT2. Pgg. 188. Italiano/inglese. 32 euro. (Sopra: la copertina)

Tre immagini dal libro.

Il regista cinese Zhang Yi-Mou, che è stato anche presidente di giuria al Festival, con il direttore della Mostra Marco Müller.

Opera di Igor Mitoraj al Lido di Venezia (foto Giovanna Dal Magro)

La regista indiana MIra Nair, vincitrice di un Leone d'oro con 'Monsoon Wedding'

Questa voce è stata pubblicata in Container e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.