Film da non perdere stasera sulle tv gratuite: RUDOLF NUREYEV ALLA SCALA (mercoledì 9 novembre 2011)

Rudolf Nureyev alla Scala, Rai Uno, ore 23,55.
Per ballettomani, ma anche per chi (come me) il balletto fatica a sopportarlo. È che Nureyev è personaggio bigger than life che travalica ogni stretta definizione, travolge e ridicolizza ogni tentativo di rinchiuderlo in una identità a una sola dimensione. Sì, è il danzatore massimo del Novecento insieme al conterraneo Nijinski, di cui è una sorta di misterica reincarnazione. Sì, è colui che ha ripulito la danza maschile dagli sdilinquimenti e ne ha fatto un’esibizione di muscolarità, energia, anche aggressività virile. Ed è anche quello che ha riportato in vita il divismo maschile nel balletto, sepolto da decenni di egemonia femminile. Ma Nureyev è stato monumentale anche (soprattutto?) fuori dai teatri, per la sua storia di russo fuggito lontano dai soffocanti climi sovietici, per la carica irridente e dandistica con cui ha vissuto, amato, odiato, per come ha saputo suscitare entusiasmi e rifiuti di pari intensità. Difficile raccontare la parabola di Nureyev, dalla carriera abbagliante alla fine prematura, consumato dall’Aids. Ci prova questo docufilm del 2005, curato da Claudio Risi e dal padre, il grande Dino (ed è un motivo in più per non perderselo), che cuce alcuni spezzoni di spettacoli di Nureyev alla Scala di Milano insieme con le testimonianze di chi lo conobbe in quei momenti e lavorò con lui. O che semplicemente ne ha vissuto il mito. Vediamo e ascoltiamo Roberto Bolle, Maurice Béjart, Liliana Cosi, Carla Fracci, Anna Razzi e Milva. La quale di Nureyev ricorda, oltre alla prodigiosa tecnica, la perfezione del lato B. Anche questa era Nureyev.

Questa voce è stata pubblicata in film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Film da non perdere stasera sulle tv gratuite: RUDOLF NUREYEV ALLA SCALA (mercoledì 9 novembre 2011)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.