FREE! Film da non perdere stasera sulle tv no-pay: due Hong-Kong movies (martedì 15 novembre 2011)

Beast Stalker di Dante Lam. Su Rai 4 alle ore 21,10.
One Nite in Mangkok di Derek Yee. Su Rai 4 alle ore 23,10.
Per fortuna che Rai 4 c’è. La rete diretta da Carlo Freccero, la più vista secondo i dati Auditel tra tutti i canali del digitale terrestre, si è specializzata meritoriamente (anche) in B-movies, anzi in cinema di genere che spesso non è per niente di serie B ma è ottimo cinema e basta. Il ciclo Missione: Estremo Oriente, incominciato il 20 settembre e che si concluderà il prossimo 22 novembre, ha riversato e sta riversando sui nostri schermi ultrapiatti di casa una quantità di bei film della cinematografia di Hong Kong, la più vitale e innovativa (grazie anche alla peculiarità della città di cui è espressione) del Far East. Partito con il wuxiapian, il genere arti marziali in cui eccelse il divino Bruce Lee, il ciclo adesso presenta un altro filone glorioso della produzione hongkonghese, il noir, il poliziesco, o se preferite l’action sposato alla crime story. (Tutto il programma, passato, presente e prossimo venturo, alla pagina dedicata di Rai4.)
Il primo film di stasera, Beast Stalker, è di uno dei maestri del nuovo polar made in Hong Kong, Dante Lam (da non confondere con il quasi omonimo Ringo Lam, appartenente però alla precedente generazione di autori, quella dei John Woo e Tsui Hark per intenderci). Ieri sera ho visto, sempre su Rai 4 of course, il suo Fire of Conscience, e sono rimasto folgorato. È stata, senza esagerazione, la rivelazione di un autore da me fino a quel momento colpevolmente mai frequentato. Dante Lam sfodera la solita maestria tecnica della cinematografia della ex colonia britannica, ritmo vertiginoso, scene d’azione – specie le sparatorie – di un virtuosismo da lasciare senza fiato. Ma in Fire of Conscience, film recentissimo (è dell’anno scorso), si permette di affrontare, pur senza pretenziosità ma sempre annegandoli nell’azione e nello spettacolo, dilemmi morali su cosa sia lecito e no, su dove stiano il bene e il male, mettendo in scena un poliziotto buono e uno corrotto non così distanti e diversi, anche se mortali nemici: a suggerirci che il male è dovunque, anche là dove sembra regnare il bene. Un disincanto che porta Lam a rappresentare il poliziotto buono come uomo tormentato, corroso dai dubbi e anche dai sensi di colpa, che non esita però a ricorrere alla violenza bruta e alla tortura (diciamo interrogatori molto pesanti) quando lo ritiene necessario. Un film di luci e soprattutto ombre, con anche inattesi risvolti mélo che sembrano a prima vista incongrui ma che finiscono poi con il conferire al film una identità diversa. Si aggiunge, a fare di Fire of Conscience un film di genere però poco ortodosso, una ipersensibilità da parte del regista per l’infanzia, la maternità, la paternità, temi che attraversano più volte la narrazione irrorandola di spunti inattesi. Questo tema dell’infanzia è prepotente anche nel film di Dante Lam trasmesso stasera, Beast Stalker. Un poliziotto uccide per sbaglio mentre è in azione una bambina. Quando la sorella della vittima viene rapita, si butterà anima e corpo nell’indagine, spinto dal senso di colpa e dall’ansia di redimersi. Anche questo un poliziottesco per niente convenzionale, a riprova che Dante Lam è parecchio di più di un abilissimo artigiano.
Segue alle 23,10 One Nite in Mangkok, film del 2004 di Derek Yee già considerato un classico del noir hongkonghese e vincitore di due Hong Kong Film Awards, gli Oscar locali. Mangkok è il quartiere popolare della metropoli cinese e qui fa da sfondo all’incontro breve e disperato tra una prostituta e un ragazzo appena arrivato dalla Cina continentale e arruolato in uno sporco lavoro di killeraggio dalla criminalità. Tutto in una notte o poco più. Un film importante che, come quelli di Dante Lam, travalica di forza il genere action.

Questa voce è stata pubblicata in film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.