Sconsigli! Il film da NON vedere stasera in tv è SPARA CHE TI PASSA di Carlos Saura (venerdì 9 dicembre 2011

Spara che ti passa, Retequattro, 0,30.
Tremendo film spagnolesco-movidesco del 1993 girato da Carlos Saura, che pure aveva vissuto una stagione da grande cineasta: però molti anni prima, quando ancora c’era il franchismo e con film come Peppermint Frappé e soprattutto Cria Cuervos Saura faceva la fronda dal di dentro suggerendo inquietudini e piccole abiezioni nascoste sotto il velo perbene e soffocante di quella Spagna. Poi sappiamo cos’è successo, caduto Franco è venuto il tempo della Movida e del cinema che la rappresentava, in testa Almodovar, ovviamente, seguito dai vari Alex De La Iglesia e Bigas Luna. In questo Spara che ti passa, agghiacciante titolo italiano dell’originale Dispara!, il glorioso Saura cerca di cavalcare l’onda della nuova Spagna senza più freni e tabù, e mette in scena la storiaccia di una cavallerizza circense che, dopo essere stata violentata da tre proletari, li cerca ad uno ad uno per ammazzarli. Truce ed eccessivo, frenetico, survoltato. Ma Saura è un signore borghese, non è e non sarà mai Almodovar o De La Iglesia, con certi furori mélo-perversi non ha niente a che vedere, e qui finisce col realizzare un film, più che sbagliato, imbarazzante. Movideschi anche i due interpreti principali, la nostra Francesca Neri, che veniva da Le età di Lulù di Bigas Luna (e che con Almodovar avrebbe poi girato Carne tremula) e l’attore-feticcio del primo Almodovar, Antonio Banderas, che stava proprio allora volando a Hollywood. Da dimenticare e cancellare, questo maldestro tentativo di Carlos Saura di fingersi regista trasgressivo.

Questa voce è stata pubblicata in film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.