EXIT THROUGH THE GIFT SHOP: il film sulla street-art è stasera su Rai5 (domenica 11 dicembre 2011)

Exit through the gift shop di Banksy, Rai 5, ore 21,15.
Succedono ormai cose incredibili, ad esempio che un docufilm che nel marzo scorso è finito tra le nomination all’Oscar (e considerato da certa critica di margine ma assai autorevole e influente tra i film migliori del 2010) non venga mai distribuiti nel normale circuito dei cinema italiani, e vada direttamente in tv. Exit through the gift shop è stasera su Rai 5, mentre è uscito il dvd distribuito dalla Feltrinelli e mentre lo si può vedere in contemporanea anche all’Oberdan-Cineteca di Milano (stasera alle 21 l’ultima proiezione, sicchè i milanesi potranno scegliere se guardarselo in sala o standosene sulla poltrona casalinga). Questo già celebre docu è di Banksy (o meglio: attribuito a lui), ed è (anche) su Banksy e altro ancora. Who’s Banksy? Se lo chiedono critici e appassionati della sua arte da molti anni. Ma lui, inglese, considerato il più grande tra gli street artist (murales ma non solo), non ha mai rivelato la sua identità, presentandosi anche nelle occasioni ufficiali sempre incappucciato. Banksy è la sua arte, è nella sua arte, parla attraverso i graffiti che ha disseminato nelle strade, con le sue opere nate sui muri e approdate nei musei e nelle collezioni più cool. Tanto per capirci qualcosa, vale la pena dare un’occhiata al suo sito, dove quello che fa è virtualmente esposto. Poi, dare un’occhiata stasera al film, da lui firmato come regista e che è un docu (o forse un mockumentary, cioè finzione-ricostruzione nei modi del documentario) su quella guerrilla art che rinfresca e ripropone il progetto delle avanguardie storiche del Novecento dell’arte come rivoluzione dei canoni estetici e pure delle convenzioni sociali. Si racconta nel film di Thierry Guetta, signore francese poi emigrato a Los Angeles che incominciò a videofilmare da amateur la street art molti anni fa (era parente del graffitaro Space Invader) fino a restarne stregato e trasformarsi lui stesso in artista guerrigliero. Ma la narrazione si allarga man mano fino a includere lo stesso Banksy e l’intera scena internazionale dell’arte di strada. (E comunque, mi avvertono su Facebook, il film è assai più complicato, nel suo incerto statuto tra documento e finzione, forse è un formidabile sberleffo di Bansky, forse no. Se ne riparla domani, intanto qui si aspettano commenti, grazie).

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a EXIT THROUGH THE GIFT SHOP: il film sulla street-art è stasera su Rai5 (domenica 11 dicembre 2011)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.