Film imperdibili stasera sulle tv gratuite: KAPÒ di Gillo Pontecorvo (venerdì 13 gennaio 2012)

Kapò, Rai Storia, ore 21,00.
Il secondo film di Gillo Pontecorvo, girato in quel passaggio tra anni Cinquanta e Sessanta in cui il cinema italiano produsse capolavori e film notevolissimi in quantità impressionante e oggi impensabile. Anche, questo Kapò, uno dei primi film sull’Olocausto e dei più scomodi, perché Pontecorvo (di famiglia ebraica, sarà bene ricordarlo viste le polemiche con cui il suo film fu accolto) decide di focalizzare il racconto su una ragazza ebrea internata in un campo di sterminio che vede morire i suoi genitori e, per sopravvivere, accetta di collaborare con gli aguzzini diventando Kapò, la guardiana feroce di altri internati come lei. La Shoah vista dalla parte dei collaborazionisti, scelta di inaudita temerarietà per quegli anni, e lo sarebbe anche oggi, se è per questo. Indagine di quella zona grigia in cui il bene sfuma e si confonde con il male, in cui la vittima si fa complice del carnefice e carnefice a sua volta. Pontecorvo sceglie la strada sì della denuncia, ma anche del melodramma (Edith, la protagonista, si innamorarerà di un prigioniero russo), realizzando un film unico, non apparentabile a nessun altro. Un oggetto cinematografico anomalo che suscitò discussioni furibonde e che va visto o rivisto assolutamente. Susan Strasberg, figlia del Lee sacerdote massimo dell’Actors’ Studio, è Edith; Laurent Terzieff, meraviglioso attore dal profilo assai racé molto amato in quel tempo dal cinema francese e italiano, è il russo Sasha. Più di dieci anni dopo Liliana Cavani affronterà in Il portiere di notte, con tutt’altro approccio e visione, la tortuosità del rapporto carnefice-vittima, in un confronto a distanza forse inconsapevole con questo Kapò.

Questa voce è stata pubblicata in film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Film imperdibili stasera sulle tv gratuite: KAPÒ di Gillo Pontecorvo (venerdì 13 gennaio 2012)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.