OSCAR 2012: il Festival di Cannes stravince su Venezia per 6 Oscar a zero

Quali festival dell’ultimo anno hanno lanciato il maggior numero di film poi nominati e premiati all’Oscar? Chiusa la cerimonia degli Academy Awards, il sito IndieWire ha stilato questa speciale classifica, stradominata stavolta da Cannes (The Artist viene da lì, ma anche The Tree of Life), mentre Venezia finisce ingloriosamente al settimo posto. I criteri in base ai quali è stata definita la lista – il numero di Oscar e di nomination ottenuti – è discutibile (come si fa a equiparare una candidatura nella categoria miglior film a una per il miglior corto documentario?), ma anche tenendo conto dei diversi pesi, la vittoria per ko di Cannes su Venezia resta indiscutibile. Riporto in sintesi.

1. Festival di Cannes. Sei Oscar e ben 19 nomination (con i film ‘The Artist’, ‘The Tree of Life’, ‘Midnight in Paris’, ‘Drive’, ‘Footnote’).
2. Festival di New York. Cinque Oscar e 13 nomination (con ‘Hugo Cabret’ e ‘My week with Marilyn’).
3. Festival di Telluride (in America considerato uno dei più importanti).
Un Oscar, dieci nomination (con ‘Paradiso amaro’, ‘Albert Nobbs’, ‘In Darkness’, ‘Chico and Rita’).
4. Festival di Toronto. Un Oscar, nove nomination (con ‘L’arte di vincere’, ‘Beginners’, ‘Anonymous’, ‘Paradise Lost 3’).
5. Berlinale. Un Oscar, 4 nomination (‘Una separazione’, ‘Pina’, ‘Bullhead’).
6. SXSW Festival (festival di Austin, Texas; nato come evento musicale, ha poi ha generato anche una sezione cinema). Un Oscar, tre nomination (‘Le amiche della sposa’, ‘Undefeated’).
7. Festival di Venezia. Zero Oscar, cinque nomination (‘La talpa’, ‘Le Idi di marzo’, ‘W.E.’, il film di Madonna che ha avuto una nomination per i costumi).
8. Sundance Festival. Zero Oscar, tre nomination (‘Margin Call’, ‘Hell and back again’, ‘If a tree falls’).
9. Festival di Locarno. Zero Oscar, una nomination (‘Monsieur Lazhar’, nominato come migliore film in lingua straniera).
9. Sain-Quentin Ciné-Jeune Film Festival. Zero Oscar, una nomination (‘A Cat in Paris’).

C’è da dire che se Venezia ci ha fatto una ben magra figura, è andata perfino peggio al Sundance, che dei festival americani è il più importante. La Berlinale, che ha lanciato Una separazione, avrebbe meritato una posizione più alta per l’importanza dell’Oscar (migliore film straniero) e della nomination (migliore sceneggiatura originale) ottenuti dal film iraniano. Buono per Locarno l’inserimento nella top-ten.

Questa voce è stata pubblicata in festival, Oscar, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.