Film classici stasera sulle tv gratuite: BLADE RUNNER (The Final Cut) – mercoledì 29 febbraio 2012

Blade Runner. The Final Cut, La7, ore 23,15.
Provo lo stesso imbarazzo, perfino disagio, di quando ieri mi sono messo a scrivere la segnalazione di Via col vento: cos’altro mai si può dire ancora di un film così ? cosa si può aggiungere all’enormità di testi, e para ed extratesti realizzati-elaborati su questa leggendaria opera di Ridley Scott? Dico intanto che a me non è mai piaciuto. Mi ha infastidito immediatamente l’aura di capolavoro assoluto e di tappa imprescindibile della storia del cinema che si è creata attorno a Blade Runner fino dalla sua uscita (era l’anno 1982) e che persiste ancora oggi. Mi è sempre sembrato un film impaginato molto bene e molto furbescamente dal suo regista, con quell’abilità da venditore di sogni e di immagini affinata in anni e anni di onesta pratica nei commercial, ma nel suo fondo opaco, inerte, malmostoso, pretenzioso. Se ha senso parlare di cinema arty, quello che immediatamente dichiara la propria voglia di appartenere alla sfera del sublime e dell’esperienza artistica, questo è il caso. La Los Angeles sporca e meticciata in cui è immerso BR, con quei colori e livori da bordello asiatico, non mi è mai sembrata molto attendibile come metropoli di un nostro medioevo prossimo venuro, per non parlare delle tecnologie, oggi risibili, ivi esibite (non c’è nulla che al cinema invecchi più rapidamente e inesorabilmente delle tecno-futurologie della fantascienza). Sarà che non amo nemmeno Philip K. Dick, da cui il film è tratto – rifuggo naturalmente da ogni pensiero pesante e di molte pretese in forma di sci-fi – ma tutta questa storia di umani e replicanti, ora ribelli ora strumenti spietati del potere, non mi ha mai entusiasmato, lo stesso le avventure-disavventure del cacciatore di suddetti replicanti Harrison Ford. Ridley Scott risolve tutto in look (e difatti siamo nei primissimi anni Ottanta), è esteriore e tende all’ornamentale, al visuale, al puro segno senza profondità alcuna, è un suo vizio e il suo limite, qui più che mai evidenti. Meglio quando lascia stare l’artisticità e sporca il suo cinema con i modi e gli stili rudi del mestierante (Il gladiatore, Black Hawk Down). Ma il mio dissenso di fronte a questo monumento è niente a fronte delle legioni dei suoi estimatori (centinaia di milioni suppongo) che in ogni dove lo hanno eletto a paradigma del nuovo cinema: ma quale? (Questa versione detta The Final Cut ripristina alcuni minuti tagliati nell’edizione originale, e comunque non va confusa con il Director’s Cut rilasciato qualche anno fa da Ridley Scott).

Questa voce è stata pubblicata in film, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Film classici stasera sulle tv gratuite: BLADE RUNNER (The Final Cut) – mercoledì 29 febbraio 2012

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.