Film stasera sulle tv gratuite: il docu BLACK BLOCK (domenica 15 aprile 2012), sull’assalto alla Diaz

Black Block, Rai 3, ore 23,45.
Consonanze e risonanze stasera tra cinema in tv e cinema in sala. Se Canale 5 in occasione del centenario del più celebre naufragio della storia manda in onda Titanic di James Cameron proprio mentre nei cinema c’è la versione in 3D del film, Rai 3 provvede a mostrarci questo documentario che tratta degli ormai storici fattacci del G8 in  contemporanea con l’uscita in tutta Italia di Diaz di Daniele Vicari. E la cosa, ovvio, è nient’affatto casuale. Presentato a Venezia 2012 (e da me non visto in quella sede, avendo scelto allora di seguire altri film), Black Block porta la firma di Carlo A. Bachschmidt. Un docu in cui vengono rintracciati, seguiti e fatti parlare alcuni black block europei – esponenti del movimento più duro e tosto tra tutti gli antagonimi degli ultimi anni -, affinchè ci raccontino e illustrino la loro versione di quanto accadde a Genova nel 2001, gli scontro di piazza, ma soprattutto l’irruzione alla scuola-dormitorio Diaz e i successivi interrogatori tosti nella caserma di Bolzaneto. Nessun’altra voce ci viene offerta, nessun’altra visione e versione, se non quella dei blocchisti, tra cui il maggior spazio se lo prende il berlinese Muli (e mi chiedo se tra i tanti ragazzi che ho visto assistere con gran partecipazione alla proiezione di Diaz di Vicari all’ultima Berlinale ci fosse anche lui, chissà). Forse vale la pena ricordare che pure tra gli stessi aderenti al Genoa Social Forum ci fu chi prese le distanze, allora e in seguito, dai Black Block e dalla loro violenta guerriglia. Ma poi, si dirà Black Block, come il titolo del film, o invece Black Bloc senza kappa, come si è sempre scritto? Propendo per la seconda.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.