VOLARE di Modugno è tornata in tre film: dopo Bisio & Siani, ecco Woody Allen e Johnny Depp

Mai tramontata, Volare, da quando partì da quel Sanremo 1958. Una canzone che è un pezzo d’Italia, semplicemente. I puristi la chiamano con il suo titolo vero, Nel blu dipinto di blu, ma Volare fu da subito, per via di quell’ossessivo ritornello, e tale è rimasta. Per una coincidenza che sarebbe bello capire e spiegare – ma ci vorrebbe Jung – , di colpo la ritroviamo in questa prima parte di 2012 come colonna sonora di tre film tra loro assai diversi, un italiano e due americani. Ha incominciato Benvenuti al Nord, il sequel stramilionario (27 milioni d’incasso) di Benvenuti al Sud, chiamando Emma Marone a cantare sui titoli di coda la cover del pezzo di Domenico Modugno. Film mediocre, ma la canzone resiste a tutto. Da oggi 20 aprile è nei cinema il film italiano di Woody Allen, To Rome with Love, che, tanto per chiarire da subito quale è il contesto e spiegarlo al mondo, spara all’inizio Volare nella versione classica, quella dello stesso Modugno. Non è finita. Il 24 aprile arriva nelle sale l’ultimo film con Johnny Depp, The Rum Diary, con il nostro nella parte di un giornalista valoroso e molto amante dell’alcol e degli sballi (alter ego dell’Hunter S. Thompson di Paura e delirio a Las Vegas) che sbarca nella Puerto Rico del 1960. Scena d’inizio, un areo rosso che volteggia e plana su un pezzo di mare trasparente, e intanto Dean Martin modula e sussurra da crooner la sua (magnifica) versione di Volare. Con tutto il rispetto per Modugno, delle tre è quella che preferisco.

la versione di Modugno
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=nD8BryVB9d0&w=420&h=315]

Da The Rum Diary
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=7-XSodMn-2s&w=420&h=315]

Da Benvenuti al Nord
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=5M85kDwXQMI&w=560&h=315]

Questa voce è stata pubblicata in film, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi