Film da riscoprire stasera sulle tv gratuite: UN GIORNO PER SBAGLIO (mercoledì 25 aprile 2012)

Un giorno per sbaglio, Iris, ore 21,06.
Si dovrà pure un giorno o l’altro fare il punto su Julian Fellowes, autore britannico che svaria tra libri, sceneggiature e regie (e prove d’attore), con predilezione per le seconde. Nato al Cairo si suppone da una qualche famiglia di funzionari inglesi coloniali come Julian Alexander Kitchener-Fellowes Barone Fellowes di West Stafford (non è una meraviglia questo ghirigoro araldico?), si è specializzato nel descrivere la high e ruling class del suo paese, sempre ambiguamente sospesa tra virtù pubbliche e qualche inconfessabile vizio privato, e nel ritrarre in parallelo i sordi, sottaciuti conflitti di casta e classe che oppongono – tra Londra e il countryside – il popolo alla nobiltà. Di scrittura aguzza e sguardo lucido e disincantato, Fellowes si inserisce nella grande tradizione britannica degli scrittori-commediografi-drammaturghi dandy e cinici, e il più delle volte gay o criptogay, intendo Oscar Wilde, Somerset Maugham, Noel Coward, soprattutto Evelyn Waugh. Sua la gran sceneggiatura del miglior Robert Altman dell’ultima fase, Gosford Park, con la quale si è portato a casa un Oscar. Suo (parzialmente) anche lo script del disgraziato The Tourist con la coppia Jolie-Depp (a mio parere, un film mandato a fondo soprattutto da un Depp inguardabile), sua una delle migliori tv-serie inglesi degli ultimi anni, Downton Abbey, dove riprende il tema a lui caro delle relazioni tra padroni e servi. Questo per dire che un film come Un giorno per sbaglio, diretto da Fellowes nel 2006 e passato inosservato da noi anche per il titolo scemo (mentre in origine fa Separate Lies, Bugie separate, forse un’allusione al play Tavole separate di Terence Rattigan), andrebbe rivisto e riconsiderato. La storia rientra in pieno nello stile e nel mondo Fellowes. Una coppia inglese upper class, che si divide tra Londra e la sua casa di campagna, conosce un giovane uomo viziato, forse vizioso, comunque irresistibile da cui lei resterà soggiogata. La misteriosa morte del marito di una domestica sarà l’innesco di un’indagine che porterà a galla bugie e segreti mai confessati. Io non me lo perderei. Tom Wilkinson e Emily Watson (Le onde del destino) sono la coppia, Ruper Everett l’uomo che manderà in pezzi gli equilibri, purtroppo insopportabile e ormai troppo maturo per la parte del demoniaco dandy seduttore.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Film da riscoprire stasera sulle tv gratuite: UN GIORNO PER SBAGLIO (mercoledì 25 aprile 2012)

Rispondi a icittadiniprimaditutto Annulla risposta