Film da riscoprire stasera sulle tv gratuite: BREEZY di Clint Eastwood (sabato 28 aprile 2012)

Breezy, Rai Movie, ore 1,10.
Un film del Clint Eastwood regista (è il suo quarto, anno 1973) rimosso e dimenticato perfino dai suoi più accesi cultori. Strano e inclassificabile, cosa che spesso capita con Eastwood, uomo-attore-autore che sa spiazzarci come pochi. Una storia d’amore che non è né una comnedia romantica né un dramma sentimentale, qualcosa che ha a vedere piuttosto con un incontro-scontro di anime e corpi e caratteri, perché Clint ha polso e sguardo fermo, e smancerie e svenevolezze non gli appartengono. Molto interessante, questo Breezy. Una diciassettenne hippie e probabilmente anche strafatta incontra per caso un borghese ultracinquantenne, che è incredibilmente un William Holden assai segnato dalla vita, ormai molto lontano dalle romanticherie di film come L’amore è una cosa meravigliosa e avviato verso fine carriera. Ma ve lo immaginate? William Holden alle prese con una frikkettona con quarant’anni di meno? Qualcosa che oggi nessun regista oserebbe filmare. Sono anche due mondi, due ere e due Hollywood che entrano in collisione. I due si innamorano, o così pare, dopo le iniziali e inevitabili incomprensioni e i battibecchi dovuti all’abisso (generazionale, culturale, di status) che li separa. Senza darlo troppo a vedere, Clint Eastwood ne fa un’indagine sull’America tradizionalista alle prese con quella nuova della controcultura, dell’underground, dei ribellismi e delle contestazione anti Vietnam. Molto acuto, e anche pieno di tolleranza vera, non affettata, non smaccatamente esibita. Eastwood, insomma. Lei è Kay Lenz, attrice che avrà poi una carriera abbastanza anonima.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.