Film stasera sulle tv gratuite: UN SACCO BELLO di Carlo Verdone (sabato 28 aprile 2012)

Un sacco bello, Iris, ore 21,03.
Titolo diventato proverbiale, genialmente tratto da Verdone dal gergo alternativo-frikketonesco dell’Italia (soprattutto laziale-centrale) smandrappata di allora. 1980: dopo i trionfi televisivi quale comico di massa in Non Stop di Enzo Trapani, il borghese capitolino Carlo Verdone porta tre dei suoi macchiettoni al cinema, ed è l’inizio di quella che si rivelerà una molto fortunata e assai ricca di incassi carriera su grande schermo. Si fa molto intelligentemente aiutare alla sceneggiatura da una coppia della commedia all’italiana classica e collaudata, Piero De Bernardi e Leo Benvenuti, e sfonda. I tre personaggi corrispondono a tre propototipi verdoneschi, fors’anche a tre sue anime (ho sempre pensato che in lui ci fosse una specie di multipersonalità), che poi replicherà con infinite variazioni, minime o massime, fino a oggi. Dunque: il coattone allupato (irresistibile, va detto), l’imbranato figlio di mamma, il frikkettone alternativo alla trasteverina (sta in bocca a lui il tormentono un sacco bello). Gran successo, e, visto con l’occhio di oggi, per niente immeritato, anzi.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.