Film stasera sulle tv gratuite: IL LADRO DI ORCHIDEE di Spike Jonze (domenica 10 giugno 2012)

Il ladro di orchidee, Iris, ore 21,01.
Di quei film che ti chiedi se sono genialate o delle furbate acchiappagonzi travestite da finto capolavoro. Scivolamenti nel surreale e nelle dimensioni parallele (del reale, dello psichico) che – spiacente – non mi sono congeniali e mi fan sempre sospettare la bufala. Insomma, questo Il ladro di orchidee non è precisamente my cup of tea, ma, insomma, abbozzo. Abbozzo di fronte ai molti che l’han salutato come coraggioso e acuto esempio di indipendenza filmica americana, di non allineamento al mainstream hollywoodiano. Già la coppia Charlie Kaufman (sceneggiatore)-Spike Jonze (regista) aveva prodotto Essere John Malkovich, e pure su quello ci sarebbe molto da dire e ridire. Qui ci riprova con una storia lambiccata, arzigogolata, tortuosa, quasi irraccontabile, forse inguardabile, che è soprattutto – da parte dei due – una gran esibizione di narcisismo e autoreferenzialità. Tanto per capirci, l’azione (l’azione?), la storia (la storia?) si svolge durante la lavorazione di Essere John Malkovich, e già questo. Dunque, protagonista è lo stesso Charlie Kaufman in gran crisi creativa alle prese con la difficoltosa stesura di un copione tratto dal romanzo Il ladro di orchidee su un tizio così malato e schiavo della passione per quel fiore da rubare gli esemplari più preziosi. Non bastasse, gli arriva in casa il gemello Donald, pure lui sceneggiatore. Avranno a che fare con Susan, l’autrice del romanzo, e con l’amante di lei. Non so se si è capito, ma io questo film non ce la faccio proprio ad amarlo, comunque Jonze & Kaufman (pure sceneggiatore del celebrato, amatissimo Se mi lasci ti cancello) vantano stuoli di estimatori. Il doppio Kaufman è purtroppo interpretato da Nicolas Cage, uno dei peggio e dei più antipatici in circolazione. Susan è l’impavida Meryl Streep, che ogni tanto adora buttarsi in missioni impossibili. Kaufman ha poi scritto-diretto (nel 2008) quel Synecdoche, New York considerato un capolavoro e uno dei film più influenti e importanti della decade. Non avendolo ancora visto, non saprei dirvi.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.