Venezia live/ Il film-commedia di SUSANNE BIER è meglio del previsto (strapiaciuto alle donne)

Subito dopo Malick, sotto con Susanne Bier, regista che non sta proprio tra i miei autori preferiti (il suo In un mondo migliore l’ho detestato). La signora più premiata di Danimarca – Golden Globe e Oscar – ha portato qui a Venezia fuori concorso il suo Love is all you need, citazione beatlesiana fino al plagio. Trattasi della sua prima commedia e, conoscendo la mano non leggera della Bier, mi aspettavo il peggio. Invece questa storia di un matrimonio con pluri-riunioni di famiglia riserva qualche sorpresa non banale, qualche snodo non prevedibile. Astrid e Patrick decidono di sposarsi sulla Costiera Amalfitana, si installano nella villa (con limoneto meraviglioso) del padre di lui e lì invitano amici e parenti. Girandola di amori, tradimenti ed equivoci sotto il sole e le stelle d’Italia, e coup de theatre sul finale. La proiezione è finita una ventina di minuti fa tra le acclamazioni del pubblico femminile, assolutamente entusiasta. Già comprato da Teodora per l’Italia: non dovremmo tardare a vederlo.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, festival, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.