Si parla già di OSCAR. I film favoriti: ‘The Master’, Argo’ e ‘Silver Linings Playbook’

The Master

Argo

Silver Linings Playbook

Gli americani incominciano già con le previsioni Oscar. Non è così presto, visto che i film per concorrere ai prossimi Academy Awards devono uscire nei cinema Usa entro il 31 dicembre, e siamo ormai alla seconda metà di settembre. Si sono anche conclusi i tre festival considerati le vetrine e le piattaforme di lancio dei prodotti candidabili per la stagione dei premi, vale a dire Venezia, Toronto e Telluride (in Colorado), dunque la visione dei candidabili è completata. Stando a quanto scrivono i siti Deadline Hollywood e IndieWire, ecco i tre film al momento più accreditati per una nomination.
1) The Master di Paul Thomas Anderson. Il Leone d’argento di Venezia ha conquistato critici e platee anche al Festival di Toronto. Nell’America 1950, il rapporto complesso tra il fondatore di una setta e un reduce segnato dalla guerra e dalla vita. Molto probabile nominatio anche per i due interpreti Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman, che già hanno vinto la Coppa Volpi come migliori attori a Venezia. In Italia lo vedremo l’11 gennaio.
2) Argo di (e con) Ben Affleck. A Toronto ha spopolato questo terzo film da regista di Ben Affleck dopo Gone Baby Gone e l’eccellente The Town. Argo è uno spy-action che ricostruisce un episodio realmente accaduto a Teheran dopo l’assalto all’ambasciata americana del 1979 e la successiva presa degli ostaggi. Sei cittadini americani riuscirono a sfuggire rifugiandosi nella casa dell’ambasciatore canadese. Per liberarli la Cia mise a punto un piano complicato e originale, facendoli passare per componenti della troupe di un film di sci-fi che si stava girando in Iran. Da noi esce l’8 novembre.
3) Silver Linings Playbook di David O. Russell, con Bradley Cooper e Jennifer Lawrence. Il film che a Toronto ha vinto a sorpresa il premio assegnato dal pubblico, il più importante (il festival non è competitivo, non ci sono premi assegnati da una giuria ufficiale), battendo proprio Argo. L’ex insegnante Pat torna a casa dopo quattro anni in un istiotuto psichiatrico. Ricominciare con l’ex moglie e i genitori sarà dura, ma determinante risuklterà essere l’incontro con la giovane vedova Tiffany. David O. Russell è, per intenderci, il regista del bellissimo The Fighter che portò nel 2011 all’Oscar Christian Bale come best supporting actor. Tratto da un libro che in Italia chissà perché hanno impropriamente chiamato L’orlo argenteo delle nuvole. Sembra però (e per fortuna) che non sarà questo il titolo del film quando uscirà nei nostri cinema il 14 marzo 2013, proprio a ridosso degli Oscar.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Oscar, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.