Film stasera sulle tv gratuite: LA PELLE di Liliana Cavani, da Mapalarte (sabato 22 settembre 2012)

La pelle, la7d, ore 1,40.
Rivalutare Liliana Cavani  il suo cinema oggi così desueto, così datato, eppure ancora capace di aprirci squarci improvvisi sull’abisso. La pelle è il suo ultimo film veramente notevole e l’ultimo suo exploit commerciale. Siamo già agli inizi degli anni Ottanta, oltre il periodo dei film più famosi della Cavani (Il portiere di notte, Al di là del bene e del male) e il clima che ha prodotto il successo del suo cinema sta velocemente cambiando. Le ideologie tramontano, il sesso perde ogni carica politica e diventa puro consumo. La regista riesce ancora a incunearsi nell’immaginario in rapida ristrutturazione con questo film tratto dal resoconto romanzesco di Curzio Malaparte sulla Napoli del 1945 occupata-liberata dagli Americani (e dai loro alleati). Una città stremata dalla guerra e dalla miseria, e a fronte un occupante talmente forte e ricco da rasentare l’onnipotenza. Malaparte eccede e brutalizza, ci mostra come la privazione materiale vada di pari passo con l’abiezione. Cavani fedelmente mette in scena, poco o nulla ci viene risparmiato, dalle prostitute che per meglio piacere ai soldati neri si fanno bionde tra le cosce, alle madri che prostituiscono i figli ai marocchini dell’Armée, fino alla festa pagana dei femminielli. Una discesa agli inferi che oggi nessuno avrebbe il coraggio di trasporre in film. Dire disturbante è dir poco ma, signori, è la Cavani. Marcello Mastroianni è lo scrittore-testimone protagonista, è lo sguardo impassibile su quell’inferno, lo sguardo di Malaparte stesso. C’è pure una notevole Claudia Cardinale.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.