Film rari stasera sulle tv gratuite: LETTERA AL KREMLINO di John Huston (domenica 7 ottobre 2012)

Lettera al Kremlino, la7, ore 1,15.
Film di John Huston considerato minore (ma perché mai? quelli bravi non fanno mai cose minori), e invece inequivocabilmente suo, nutrito com’è di spirito anracoide, irregolare, un film mai allineato e riconciliato. Una spy story del 1970 quasi inclassificabile, stravagante ed eccentrica com’è, un consapevole rivolgimento e stravolgimento del genere agente segreto, che allora era quello imperante del bondismo, il primo bondismo alla Connery-Terence Young. Tratto da un libro dell’epoca, Lettera al Kremlino (bellissimo titolo) ci mostra i componenti di un’agenzia privata di intelligence incaricati dagli americani di recuperare una lettera compromettentissima incautamente rilasciata dal governo Usa ai sovietici nella quale si sottoscriveva un’alleanza anticinese. Nel team c’è di tutto: una ragazza alla sua prima missione, un ufficiale dei marine, una prostituta, un ladro, perfino un omosessuale (che in una scena vediamo in versione drag queen: lo interpreta incredibilmente George Sanders, sì, l’attore di Eva contro Eva e Viaggio in Italia di Rossellini, il che già basta a trasformare il film in un culto). Quasi Quella sporca dozzina in versione spy. Tutto girato in Finlandia, con Helsinki spacciata per Mosca, ma a quei tempi mica si poteva fare diversamente. Film sospeso tra lo spionistico cuperrimo alla John le Carré e la parodia. Strano. Difatti non piacque per niente quando uscì. Da vedere comunque. Con la bergmaniana Bibi Andersson in escursione hollywoodiana.

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.