Film oggi sulle tv gratuite: IPCRESS con Michael Caine (domenica 14 ottobre 2012)

Ipcress, Rai Movie, ore 10,30.
Meravigliosa spy story dei primi anni Sessanta, malinconica, ombrosa, grigia, crepuscolare, con un agente segreto che è l’esatto opposto dell’allora modello dominante (siamo nel 1965) incarnato da James Bond. Se 007 è estroverso, vincente e femminiere, l’occhialuto Harry Palmer al centro delle tortuose vicende di Ipcress è un everyman che dell’anonimato fa la sua forza e la sua virtù. Lo interpreta un grandissimo, perfetto Michael Caine che si appropria del personaggio e nello stesso tempo se ne lascia assorbire, in un’interpretazione che fece di lui l’attore e la star che sappiamo. Creato dallo scrittore Len Deighton, signore dello spionistico di quella lontana stagione insieme a John Le Carré, Palmer è un diligente lavoratore del controspionaggio britannico. Qui viene incaricato di indagare sulla scompoarsa di due scienziati, di cui si pensa sia responsabile una potenza straniera (non precisata, ma l’allusione ai sovietici è trasparente). Finirà catturato, imprigionato e torturato, ma l’uomo qualunque Palmer mostrerà una tempra d’acciaio e resisterà. Il film è soprattutto questo, la sequenza lunga e claustrofobica delle torture fisiche e psichiche cui l’antieroe Palmer viene sottoposto, ed è indimenticabile. Atmosfere cupe, depresse, di una allucinata sospensione. Fu allora un inaspettato successo, anche presso i critici, e insieme a La spia che venne dal freddo di Martin Ritt (con Richard Burton, da Le Carré) segnò uno snodo nella spy story al cinema. Dirige Sidney J. Furie. Un film come il recente La talpa di Tomas Alfreson a Ipcress deve moltissimo. Da recuperare assolutamente.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.