Film rari stasera su Sky: DETECTIVE’S STORY, con Paul Newman (domenica 11 novembre 2012)

Detective’s Story, Sky Cinema Classics, ore 21,00.
Rifare filologicamente i grandi noir anni Quaranta tratti da Hammett e Chandler, quelli con Bogart disilluso private eye, e rifarli parecchio prima di quel manifesto citazionista-manierista del/sul genere che sarebbe stato Chinatown di Roman Polanski (su script di Robert Benton). Ci prova nel 1966, riuscendo molto bene a ricreare quei climi alla Marlowe, il regista Jack Smight con questo memorabile Detective’s Story, in originale Harper, dal nome dell’investigatore che ne è il protagonista-testimone. Un plot che pare ricalcato su quello del Mistero del falco o del Grande sonno, e a rimarcare l’assonanza, l’affinità neanche tanto segreta ma anzi orgogliosamente dichiarata con quei film, c’è la presenza basilare nel cast di Lauren Bacall vedova Bogart, che proprio del Grande sonno era il volto ambiguo e inquietante. È lei a interpretare la ricca signora Samson che, in un classicissimo incipit hard-boiled, manda a chiamare il detective Harper perché indaghi sulla misteriosa scomparsa del marito. Arriva anche una richiesta di riscatto, ma Harper sente puzza di marcio, e non ha torto. La detection, come si conviene al genere e ai suoi illustri capostipiti, scoperchierà un verminaio insospettabile. Paul Newman è il protagonista, in una performance impeccabile, ma forse priva delle ombre e penombre necessarie. Tutto il film è girato in uno stile hollywoodiano primi anni Sessanta modernizzante, per niente espressionista: la consapevolezza manierista, il gusto del citazionismo non appartenevano ancora all’epoca e sarebbero sorti di lì a qualche anno. Ma Detective’s Story è robusto, disincantato al punto giusto. Il miglior esemplare del genere investigativo di quella stagione cinematografica insieme all’eccellente, e più cupo e malato, Inchiesta pericolosa di Gordon Douglas con Frank Sinatra. Gran cast. Oltre a Newman e Bacall, Shelley Winters, Julie Harris, Janet Leigh, Pamela Tiffin e Robert Wagner.

Questa voce è stata pubblicata in Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.