Film-cult stanotte sulle tv gratuite: BASTA GUARDARLA con Mariangela Melato (sabato 9 marzo 2013)

Basta guardarla, la7, ore 2,00.
5371674-coverDel 1972, è un film di culto per (ex) ragazzi e ragazzacci amanti del nostro cinema di genere e basso, una pellicola di Luciano Salce ormai onorata e venerata che ricostruisce la gloriosa e sgangherata epopea dell’avanspettacolo. Nessuno, secondo il Marco Giusti di Stracult (inteso come dizionario filmico), è mai riuscito meglio nella difficile impresa. Vi si narra di Maria Grazia Buccella, ragazzotta dell’alta Ciociaria irretita e sedotta dal primatore di una compagnia itinerante di rivista e destinata a diventare una sgallettatisssima soubrette. Ma se la dovrà vedere con la storica stella Franca Valeri, alias Pola Prima, attrice regina della compagnia e moglie del capocomico. La Valeri raggiunge in Basta guardarla vertici di kitsch e camp assoluto in canzoni a doppio senso che lei, da grande, affronta impavida e senza alcun sprezzo del pericolo. Per capire la monumentale statura della Valeri forse bisogna vederla qui, nel corpo a corpo con il genere basso, non in altri film maggiori e, diciamo così, più rispettabili. Ruolo collaterale e però da lei reso memorabile di Mariangela Melato, fantastica nei panni di una finta sciantosa spagnola tutta olé, sangue caliente e rose in bocca. Melato era in uno dei suoi primi film, e lasciò subito il suo segno forte. Quando mi capita di rivederlo mi diverto sempre parecchio, ma non riesco a togliermi il senso di inattualità e anche di disagio che mi diede quando comparve nei cinema: era il 1972, e l’Italia dell’avanspettacolo descritta da Basta guardarla non esisteva più da un pezzo, era una pura proiezione nostalgica e fuori tempo massimo dei suoi autori. L’Italia là fuori era un’altra.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.