Film stasera sulle tv gratuite: TRAVOLTI DAL DESTINO con Madonna (mercoledì 27 marzo 2013)

Travolti dal destino, Canale 5, ore 23,37.
29329_gal5486_galEccolo, il famigerato Swept Away, il remake del wertmülleriano Travolti da un destino nell’azzurro mare d’agosto girato nel 2002 da Guy Ritchie come gentile regalo di nozze alla neosposa Madonna, qui nel ruolo della signora stronza che era stato nell’originale di Mariangela Melato. Attese spasmodiche e colossali, soprattutto da parte dei fan di lei, e flop imbarazzante, uno dei più rumorosi del cinema delle ultime decadi, tanto che su molti mercati Swept Away non uscì nepure nei cinema e finì dritto in home video. Ma insomma, è così brutto? Il guaio è che questo film molto parlato e chiacchierato e maltrattato, non l’ha visto in realtà quasi nessuno. Chiaro che i devoti di Madonna Ciccone l’hanno subito adottato come culto assoluto, ma chi non appartiene alla cerchia dei fedeli? Io dico che è meglio vederselo, per verificare se tanta cattiva fama sia meritata o no. La storia è nota. Una signora molto ricca, arrogante e di pessimo carattere, la classica bitch insomma, si ritrova per una serie di circostanze alla deriva sul suo yachtone con il rude marinaio da lei sempre maltrattato. Lontani dalla (buona?) società e dalle sue regole il proletario prende il potere, addomesticando la signora, ipnotizzandola e conquistandola con la sua carica erotica primitiva e belluina, riducendola a sua schiava sessuale. Ma non durerà, ovvio. Non appena tornati alla normalità, ognuno riprenderà il suo posto e il suo ruolo. Grandissima storia (quella della Wertmüller), geniale reinvenzione anni Settanta, secondo i climi di lotta di classe antiborghese di allora, della Bisbetica domata. Qui, in questo remake troppo glamourizzante, non c’è il sapore di quegli anni, e l’operazione non decolla. Colpa di Madonna, si disse, negata per il cinema, come già dimostrato altre volte, sicchè questa che doveva essere la sua consacrazione pose fine invece alla sua carriera di interprete. Con lei Adriano Giannini, figlio di Giancarlo, il mitologico interprete dell’originale, ma il junior – pur bellocccio – non è all’altezza del senior. Guy Ritchie è un regista assai talentuoso, però il matrimonio con la prima di tutte le popstar fu professionalmente letale anche per lui e rischiò di buttarlo fuori dal giro. Poi, a separazione avvenuta, la clamorosa rinascita con Sherlock Holmes, e non dev’essere stato un caso. Ma questo Travolti dal destino/Swept Away si porta dietro tante di quelle storie da essere diventato, pur se al contrario, una leggenda. Dunque va visto, ecco.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.