FIlm rari stasera sulle tv gratuite: IL CAVALIERE DELLA LIBERTÀ di David W. Griffith (venerdì 5 luglio 2013)

Il cavaliere della libertà, di David W. Griffith, Rai Storia, ore 21,30 e ore 2,30.
lPoster - Abraham Lincoln (1930)_02Sissignori, proprio lui, il David W. Grifith padre-fondatore del cinema americano, il regista di Intolerance e Nascita di una nazione, preso a modello perfino da Eizenstein. Chissà come chissà perché – i misteri delle programmazioni televsive sono insondabili – spunta stasera su Rai Storia, con replica stanotte, ed è un appuntamento che è meglio non perdersi. Non sarà tra le cime del cinema griffithiano, ma questa sua opera tarda – il suo primo film sonoro, e già questo – porta impressi i segni di uno che il cinema l’ha inventato per davvero. Siamo nel 1930, e dopo vari flop, disastri e disavventure (come la rinuncia forzata alla sua casa di produzione indipendente), Mister Griffith accetta di girare su commissione questo biopic di Lincoln, il presidente di certo più amato della storia americana, l’abolizionista, il vincitore della guerra di secessione, il martire ucciso a teatro da un sudista che mai aveva digerito la sconfitta. Storia che è anche grande romanzo popolare, che svaria tra le vicende pubbliche e le private scene familiari. Con quel senso naturale dell’epica che apparteneva, geneticamente, a Griffith, uno che sapeva rendere grandioso e magniloquente anche un pranzo a tavola. Protagonista Walter Huston, il padre di John, futuro gran regista. Naturalmente da confrontare con il recente, bellissimo Lincoln di Spielberg, per capire come anche i modi di raccontare i padri della patria e di fare agiografia laico-politica siano cambiati.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.