I FILM MIGLIORI stasera su Sky (ven. 12 luglio 2013)

La fuga di Marta

La fuga di Marta

Hysteria

Hysteria

Cliccando sui link potrete leggere la recensione di questo blog

Legend, Axn Sci-fi, ore 21,00.
Un flop, però parecchio interessante, di Ridley Scott. Il quale, e siamo ancora nell’85, si avventura nei territori allora cinematograficamente poco esplorati del fantasy. E, come spesso gli capita, ri-fonda un genere. Con un Tom Cruise agli albori (erano 28 anni fa). Da rivalutare.
Gattaca, Sky Cinema Cult, ore 21,00.
Del neozelandese Andrew Niccol, uno (bravo) che ama gli apologhi in chiave sci-fi. Film molto stylish, molto inquietante che ci racconta un mondo dominato dall’eugenetica e dall’ansia della perfezione (un rischio anche per questo nostro mondo). Con Uma Thurman, Ethan Hawke, Jude Law, una parata di belli assoluti.
La setta, Sky Cinema Max, ore 21,00.
Firmato da un piccolo grande maestro dell’horror italico quale Michele Soavi, un film de’ paura del 1991 con una setta assassina che vuole (ri)mettere al mondo l’Anticristo, dunque adocchia una ragazza perché rimanga incinta del demoniaco essere. Insomma, un Rosemary’s Baby tardivo de’ noantri, però girato da Soavi con classe e senso dello stile. Dario Argento produce e fornisce il suo marchio di fabbrica.
Le paludi della morte, Sky Cinema 24, orte 21,10.
Open Water, Horror Channel, ore 22,45.
La fuga di Martha, Sky Cinema Cult, ore 22,50.
Notevolissimo film indie che due anni fa conquistò poubblico e critici Usa. Una ragazza  finisce in una setta, restando incastrata nella trappola psichicca (plagio, si sarebe detto un tempo) ordita dal capo. Davvero da non perdere. Ottima Elizabeth Olsen.
Hysteria, Sky Cinema Passion, ore 23,30.
Forse un filo sopravvalutato ma comunque godibile, questo film di Tanya Wexler che si inoltra nel mondo vittoriano e scava in quella che allora veniva chiamata isteria femminile (di lì a poco Freud avrebbe detto qualcosa di definitivo al riguardo). Hysteria ci fa conoscere un dottore che ha la l’idea di curare la suddetta patologia (o disturbo) con uno stimolatore sessuale destinato a diventare il prototipo di ogni successivo vibratore.
La ricerca della felicità, Sky Cinema 24, ore 0,40.
Gabriele Muccino goes to Hollywood. E sfonda alla grande, grazie anche a Will Smith. Ai due andrà meno bene con il successivo Sette anime, ancora peggio con Quello che so sull’amore.
I cancelli del cielo, Sky Cinema Classics, ore 0,40.
Leggendario flop di Michael Cimino (reduce dai trionfi del Cacciatore) che mandò a picco la United Artists. Coso clamorosamente bocciato da puv+bblico e recensori, questo western possente e smisurato, da essere poi diventato un culto assoluto, ovvio. Con Isabelle Huppert, le cui escursioni americane raramente son state felici, e Kris Kristoifferson. Oggi adorato dai cinefili.
Studio 54, Sky Cinema Cult, ore 0,40.
Attraverso la storia molto fictionalizzata di un pugno di ragazzi, si ricostruiosce l’epopea dello Studio 54, vale a dire la più famosa di tutte le discotech newyorkesi primi anni Ottanta, tempio di balli e di peccati di ogni genere. Frequentata dalle celeb e dal beautiful people warholiano, ma anche dai ragazzi delle periferie proletarie ansiosi di mescolarsi ai ricchi e belli. Tutto vi fu permesso. Poi, arrivò l’Aids, e per lo Studio 54 fu la fine e l’ingresso nella galleria dei miti contemporanei. Con Ryanne Philippe e Salma Hayek.

Due film che non ho amato, ma che segnalo lo stesso.
The Help, Sky Cinema Passion, ore 21,00.
Una spia non basta, Sky Cinema 1, ore 0,40.

Questa voce è stata pubblicata in cinema, Container, film, film in tv e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.